Loano: appuntamento con “Dischi volanti”

Sabato 11 aprile, a Loano, si svolgerà un nuovo appuntamento peppe voltarelli x ariel sabatelladell’ottava edizione di “Dischi volanti… incontri ravvicinati con dischi, libri, parole e suoni”, promossa dall’Assessorato al Turismo, Cultura e Sport del Comune di Loano e organizzata dall’Associazione Compagnia dei Curiosi.

“Entriamo nel vivo degli appuntamenti di primavera – dice il Sindaco Luigi Pignocca – con la rassegna Dischi volanti che da aprile a maggio offrirà nei fine settimana un programma di incontri con musicisti, cantautori e giornalisti musicali. Loano conferma nel suo ricco programma di eventi un posto di primo piano per la musica, che accompagna per tutto l’anno l’intrattenimento offerto a chi sceglie di trascorrere le vacanze nella nostra città.”

“La rassegna “Dischi volanti” – dice l’Assessore Remo Zaccaria – quest’anno si arricchisce dell’appendice “Voci d’Autore” con la presenza di due noti artisti della canzone d’autore italiana, Eugenio Finardi e Nada, quest’ultima accompagnata da Fausto Mesolella chitarrista e compositore della Piccola Orchestra Avion Travel. Finardi incontrerà il pubblico loanese in piazza Rocca (3 maggio), e la musica si mescolerà alle parole e al racconto di oltre quarant’anni di carriera. L’incontro con Nada si svolgerà nella Civica Biblioteca il 16 maggio. Il giornalista musicale John Vignola ripercorrerà con l’artista toscana la sua carriera di interprete e autrice.“

Il programma della rassegna propone Sabato 11 aprile, alle ore 21.00, nella Civica Biblioteca, l’incontro con Traindeville, duo – composto da Ludovica Valori (voce, fisarmonica, pianoforte e trombone) e Paolo Camerini (contrabbasso e basso acustico) – che ha viaggiato a lungo nei mondi e nei colori del folk.

Ludovica Valori proviene dalle street band Titubanda e Dragan Trio e dalle rielaborazioni della musica popolare romana con i gruppi Banda Jorona e Ardecore fino all’Irish rock degli Her Pillow, mentre Paolo Camerini ha fondato prima i Cyclone (gruppo psychobilly di avanguardia) e poi le Nuove Tribu’ Zulu, tra i più importanti gruppi gypsy-folk-rock del panorama italiano.

Il percorso di Traindeville, proprio come un treno, si snoda tra suoni folk di varie provenienze fino ad arrivare a canzoni originali composte in varie lingue (inglese, italiano, spagnolo), dando vita cosi’ ad un mosaico interculturale affascinante.

L’incontro sarà condotto dal giornalista Alfredo Sgarlato.

La rassegna proseguirà il 18 aprile, nella Civica Biblioteca, alle 21.00, con l’interprete, autore e attore Peppe Voltarelli che sarà intervistato dal giornalista musicale John Vignola. Voltarelli è stato tra i fondatori de “Il parto delle Nuvole Pesanti” e di quella tarantella punk che ha caratterizzato gli esordi della band. Nel 2005 è stato protagonista del film “La Vera Leggenda di Tony Vilar” di Giuseppe Gagliardi e per il quale ha composto la colonna sonora originale. Nel 2006 e nel 2007, il film ha partecipato rispettivamente al Roma Film Festival e al Tribeca Film Festival. Nel Gennaio 2006, da inizio alla sua carriera da solista. Il suo primo album “Distratto Ma Però” è uscito nel 2007 ed è entrato tra i finalisti del Premio Tenco. Nell’aprile 2010, ha pubblicato il suo secondo album “Ultima Notte à Mala Strana” distribuito da Universal, che ha vinto il Premio Tenco come Migliore Album in Dialetto. Si tratta del primo disco in Calabrese che ha ricevuto tale riconoscimento. L’album è uscito anche in Francia con la prestigiosa etichetta Le Chant du Monde (con la distribuzione in Europa), in Argentina con Los Anos Luz e in Canada con Casa Nostra/D.E.P (Universal). Nel 2011 Voltarelli ha composto la colonna Sonora originale per il film “Tatanka” di Giuseppe Gagliardi, ispirato ad un racconto di Roberto Saviano.

Il 23 maggio, sempre in biblioteca alle 21.00, si svolgerà la presentazione del cofanetto (libro, CD e DVD) “Genova e la canzone d’autore”, un’opera enciclopedica sui cantautori genovesi e più in generale sulla canzone d’autore in Liguria, pubblicata dalle edizioni GGallery di Genova, su commissione della Carige, con la collaborazione del Club Tenco. L’opera, fuori commercio, è stata curata e coordinata da Enrico de Angelis, giornalista, storico della canzone, responsabile artistico del Club Tenco.

Il libro, a più voci, ripercorre le varie fasi della canzone in Liguria: dalla più antica tradizione in dialetto ai grandi innovatori degli anni Sessanta, dalle generazioni di cantautori successive fino a una recente fioritura di nuovi talenti, in buona parte femminili. A dialogare con l’autore e i cantautori liguri presenti all’incontro sarà il giornalista Guido Festinese.

La rassegna sarà arricchita da due appuntamenti di Voci d’Autore. Il 3 maggio alle ore 17.30, in Piazza Rocca, Eugenio Finardi dialogherà con John Vignola, e accompagnerà le sue riflessioni con brani tratti dal suo repertorio, dalla tradizione Blues e improvvisazioni che scaturiscono dalla conversazione col pubblico. Uno spazio d’intrattenimento nel quale la musica si mescola alle parole e al racconto e che conferma Finardi un artista che sa parlare all’anima della gente ma che sa anche stupire e divertire con le sue doti affabulatorie.

Il 16 maggio, alle 21.00 nella Civica Biblioteca, sempre John Vignola farà da padrone di casa nell’incontro con Nada. L’artista sarà presente insieme a Fausto Mesolella per raccontare la sua lunga carriera di interprete e autrice.

Risale al 1994 la collaborazione fra Nada e Fausto Mesolella, e ha ottenuto innumerevoli apprezzamenti, seguiti da molti concerti in Italia e in Europa. Il duo insieme a Ferruccio Spinetti, ha dato vita all’album dal titolo “Nada Trio” (1997), che ha vinto il Premio Tenco ed il Premio Musicultura di Recanati. Inoltre, insieme, nel 2001 hanno registrato “L’Amore è fortissimo e il corpo no” con la produzione in collaborazione con Pasquale Minieri.