Albenga, continua Petali rock

petalidi Alfredo Sgarlato – Prosegue l’interessante festival “Petali rock” presso il Cucina-Bar Fior di Loto. Venerdì scorso ha aperto le danze 3 fingers guitar, ovvero Simone Perna, musicista savonese. Poiché si esibisce da solo potrete sentirlo definire cantautore, ma è una qualifica che gli va stretta. La sua musica è pienamente rock, distorta, gridata. Influenza come Sonic Youth e Cure emergono, ma il risultato è originale. Il cantato è in italiano, unica eccezione per una cover del grande Iggy Pop, “Calling sister midnight”. Simone ha presentato il suo secondo lavoro solista, “Rinuncia all’eredità”, molto apprezzato dalla critica. Non è musica per tutti i gusti, musica così si ascolta più sovente a New York o Londra che da noi, ma sono canzoni riuscite e sincere, il pubblico presente ha saputo apprezzare. L’uso di effetti per la chitarra e di loop station non fa rimpiangere l’assenza di una band ad accompagnare Perna. Un concerto così meriterebbe folle oceaniche, ma è già bello che anche da noi ci sia spazio per chi propone musica sperimentale e originale.

simoneSi continua venerdì 10 con “Local heroes night”: Mauro Pinzone, veterano della canzone d’autore ad Albenga; Luca Pagani, ex Vic Larsen, e NI.CO, alias Nicoletta Ghilino, con Federico Fugassa al basso e Alessandro Castelli alla chitarra. Conclusione venerdì 17 (non porta sfortuna, non chiudetevi in casa!) con Vic Larsen, Neive (de Gli Altri) e Flowers of Hiroshima. Il Bar Fior di Loto si trova in via Isonzo 12 (angolo con via Papa Giovanni XIII) e l’ingresso è con la formula “up to you”: ognuno paga quello che gli sembra giusto, secondo le sue possibilità.

*La foto di 3 fingers guitar è di Roberto DJ Keller

GOS del nucleo della Spezia fa brillare bomba

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*