Villanova d’Albenga: attivo il servizio internet “hiper” veloce

Nel comune di Villanova d’Albenga arriva l’adsl a banda ultra larga, il pc baby 00servizio di nuova generazione che garantisce a tutti i cittadini villanovesi una connessione internet estremamente veloce. Il servizio è già attivo nel centro cittadino ed entro poche settimane sarà esteso anche nelle frazioni.

“L’arrivo di una tecnologia di ultima generazione che si mixa perfettamente alla nostra antica città, costituisce un passo importante per Villanova, in questa nuova era tecnologica – dichiara il consigliere comunale con delega all’informatizzazione, sport e tempo libero, cultura, eventi, manifestazioni e comunicazioni Marco Braghin -. Nel centro medioevale di Villanova d’Albenga finalmente si naviga veloce, e tra qualche settimana il servizio internet adsl a banda ultra larga estremamente veloce sarà disponibile su tutto il territorio comunale, comprese le piccole frazioni.

Dove non arrivano i grandi provider nazionali, ci sono aziende che propongono servizi di copertura alternativi. Una di queste è stata scelta dal Comune di Villanova per garantire a tutti, ma proprio tutti, i cittadini una connessione internet “hyper-lan” a velocità davvero elevate. In una città ricca di tradizioni e passato come Villanova d’Albenga il futuro è il benvenuto”, conclude Braghin.

L’Adsl a banda ultra larga funziona con il collegamento tramite piccoli trasmettitori dislocati sul territorio e l’installazione di un piccolo apparecchio collocato all’esterno delle abitazioni che vogliono usufruire del servizio. Una tecnologia estremamente rispettosa dell’ambiente e della salute, che non ha bisogno di fili né di connessioni telefoniche, evitando quindi spese per canoni telefonici aggiuntivi.

Per proseguire il cammino della digitalizzazione, in diverse zone del paese verranno installati alcuni impianti “hot spot” con il collegamento alle rete completamente gratuito.

Per esporre tutte le caratteristiche e le modalità di utilizzo del servizio, a breve, l’amministrazione comunale ed i gestori incontreranno la cittadinanza.