Alluvione a Genova affonda anche la cultura: danni per 2,5 milioni a Musei, Teatri e Biblioteche

Alluvione a Genova, sono ingenti anche i danni subiti dai musei, dalle euro generica 2 00biblioteche, dai teatri. La stima dei danni subiti dagli edifici sede di attività culturali fatta da Regione Liguria e Comune di Genova ammonta a circa 2,5 milioni. Cifra che non comprende i beni di diretta competenza ministeriale che registrano danni strutturali per oltre 1 milione di euro.
In mattinata, a Napoli, l’assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Liguria Angelo Berlangieri, nel corso di un forum delle regioni, ha consegnato a mano al ministro dei Beni e Attività Culturali e Turismo Dario Franceschini la lettera firmata con l’assessore alla Cultura er Turismo del Comune di Genova Carla Sibilla in cui sono elencate tutte le emergenze.
Ecco, di seguito, una sintesi dei danni.
Museo di Storia Naturale. La situazione è di grave emergenza , 3 metri di acqua nei fondi,  2.500 mq alluvionati, finestre saltate, persi arredi e strumentazione scientifica tecnica. Occorre un totale ripristino delle parti strutturali interessate e reintegrare la strumentazione scientifica – importo stimato dei danni: 812 mila euro ,che non comprende il danno alle attrezzature scientifiche, stimato in 300 mila euro.
Polo di Nervi: Nella Galleria di Arte Moderna è allagato il vano tecnico con danni alla centrale elettrica. È stato danneggiato e non risulta funzionante il sistema di allarme ed il sistema di Ups.
In Wolfsoniana danni alluvionali all’interno edificio per cospicue infiltrazioni dal tetto, importo stimato dei danni: 125 mila euro.
Musei di Strada Nuova, allagata parte della zone dedicata alla tessilteca. Sono presenti infiltrazioni nei muri che confinano col terrapieno del giardino settentrionale e dai serramenti. A Palazzo Bianco risultano deformati i pluviali che non riescono più a contenere l’acqua.Dissesto del tetto di ardesia , importo stimato dei danni 135 mila euro.
Museo del Risorgimento Mazziniano. Danni alluvionali all’interno dell’edificio,con particolare riferimento al primo piano del percorso espositivo, per cospicue infiltrazioni dai prospetti con danni ai canali di gronda e pluviali – importo stimato dei danni 34 mila euro.
Museo di S. Agostino. Allagamenti al primo piano del percorso espositivo a causa di infiltrazioni dal tetto e dal cortile del chiostro quadrato. Sistema di allarme non funzionante. Le infiltrazioni d’acqua hanno altresì danneggiato le centraline di rilevazione fumi ed antintrusione, danni per 165 mila euro.
Spazio Loggia e centro documentazione fotografica: danni alluvionali all’ interno dell’ edificio per infiltrazioni dai serramenti , danni per 31 mila euro
Castello D ‘Albertis , danneggiamento del lucernaio, infiltrazioni da infissi del piano nobile e del primo pian, danneggiamento parquet in legno danni per 63 mila euro.
Villa Croce, allagamento a piano terra e, infiltrazioni dagli abbaini con danneggiamenti agli stucchi soffitti ,importo stimato dei danni 44 mila euro.
Magazzini di Via Oristano ,dove sono custoditi le strutture allestitive, casse per trasporto opere e le attrezzature operative. Infiltrazioni dal piano strada con intasamento della parte basamentale – importo stimato dei danni 10 mila euro.
Biblioteca Berio. Infiltrazioni dovute a distacco di abbaini e dalle finestre rasofalda , danni per 35 mila euro.
Casa di Cristoforo Colombo, allagamenti piano terra e primo con distacco di intonaco e rigonfiamenti parietali , danni stimati per 20 mila euro.
Museo Chiossone: allagamenti provenienti dall’intercapedine e lato sinistro ingresso con interessamento degli intonaci interni , importo stimato dei danni 28 mila euro.
Deposito Via Chiusone danni da allagamenti ad Archivi Procura e ai depositi dei Musei comunali presenti nell’edificio , danni per 15 mila euro.
Museo del Mare – Galata: danneggiamento del cartongesso dei controsoffitti (staccato e precipitato al secondo piano – lato nord – vetrata galea; pericolante a piano terra, presso la Sala Didattica del secondo piano e al terzo piano in corrispondenza dell’entrata agli uffici) – importo stimato dei danni 83 mila euro.
Teatro della Gioventù: allagamento foyer, Sala Barabino, bar e camerini – importo stimato dei danni: 300 mila euro.
Teatro Stabile: danni strutturali, danni ad attrezzature generiche, a materiali in stoffa, attrezzature di falegnameria, materiale luci e audio ,importo stimato dei danni: 467 mila euro.
Politeama Genovese: infiltrazioni in ampie porzioni dei locali del teatro (servizi, palcoscenico, scalone, foyer, platea e galleria) – importo stimato (valutazioni ancora in corso) – circa 100 mila euro.
Nella lettera consegnata al Ministro Dario Franceschini, Berlangieri e Sibilla sottolineano come “Oltre alla quantificazione dei danni materiali subiti dalle strutture, non di trascurabile entità è anche il danno di immagine che l’evento ha purtroppo portato alla Liguria e che rischia di avere ricadute pesantissime sull’afflusso dei visitatori e sul buon esito delle politiche di promozione e valorizzazione culturali e turistiche del territorio”.
Dal ministro la Liguria si aspetta un intervento per reperire le risorse necessarie al ripristino dei danni e il via libera per proporre a Enit di attivare una specifica campagna promozionale per il riposizionamento dell’immagine della Liguria “ così da controbilanciare gli effetti negativi derivanti dalla pur doverosa comunicazione dell’evento alluvionale e delle sue conseguenze”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*