Verso le Regionali 2015 – A Ceriale nasce il Comitato “L’Altra Liguria – Ponente Savonese”

Presso la Casa dei Circoli, Culture e Popoli di via Concordia 8, a Ceriale, Punti interrogativiMartedì 28 ottobre alle ore 19, in assemblea aperta ai simpatizzanti, si riuniranno alcuni sostenitori de “l’Altra Liguria” per formalizzare la costituzione del Comitato Territoriale del Ponente Savonese. Seguirà, dopo un semplice rinfresco, «un approfondimento sulle preoccupanti prospettive legate ai “Trattati internazionali di libero scambio” (TTIP-TISA) che il nostro governo sembrerebbe essere intenzionato a stipulare a breve scadenza. Scarpe rotte… eppur bisogna andar», dichiara il portavoce de “L’Altra Liguria – Ponente Savonese”, Marco Parisi.
«Non si può negare – spiega Parisi – che la sinistra italiana ed europea stiano attraversando un profondo e lungo periodo di confusione, di disorientamento, di disarmante impotenza e crisi identitaria. Nel mondo, non sempre è così come da noi, per quanto i grandi e meno grandi potentati economico finanziari ordiscano insidie alla coesione sociopolitica dei ceti svantaggiati. Altrove, per esempio in America Latina, esiste un solido tessuto di solidarietà popolare e politica costruito attorno ai valori storici della classe lavoratrice, della parità di genere/i ed a quelli in continua evoluzione dell’ambientalismo. Intorno agli stessi valori in Grecia le lotte per i diritti, la dignità e la democrazia in parallelo a quella per la sopravvivenza hanno portato all’affermazione della sinistra radicale». Sulla scia di quell’esempio, come di altri apparentati sullo scenario europeo, in Italia la lista “L’Altra Europa con Tsipras” ha riscosso un minimo successo che ha dimostrato che esiste un corpo elettorale che chiede rappresentanza. La storia del socialismo e del comunismo non è finita con la caduta del muro di Berlino, ma è mutata e maturata in senso libertario ed ecologista».
«Con lo scopo di creare aggregazione attorno ad una costruzione ed un’azione politica partecipata sul territorio e di proporre programmi politici alternativi a quelli delle larghe intese ed a quelli neoliberisti dell’attuale centrosinistra, è nata l’associazione politico-culturale “L’Altra Liguria”. Quest’ultima sta valutando l’ipotesi di creare una lista di cittadinanza con cui presentarsi alle prossime elezioni regionali ed in questo senso si sta divulgando un appello in cui si spiegano le finalità del progetto invitando associazioni, movimenti, partiti, singoli cittadini interessati ad aderirvi. In altre regioni si stanno attuando simili propositi nella prospettiva in un prossimo futuro di costituire un organizzazione nazionale capace di esprimere reali sentimenti critici ora sopiti, male e poco espressi o repressi. In Liguria si è unito in questi giorni nella promozione attiva dell’iniziativa anche il gruppo dei “Verdi Europei-Green Italia” che alle ultime elezioni aveva ottenuto un discreto risultato. Date le ampie convergenze esistenti sui temi programmatici ha senso, forse, confrontarsi ed unire le forze, cercando un reciproco arricchimento, invece che elidere i desiderabili risultati a vicenda», conclude Parisi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*