Alluvione Liguria: seconda erogazione liberale in aiuto di Montoggio

È della società D’Appolonia del gruppo Rina la seconda erogazione liberale per la realizzazione di progetti di ripristino del paese seconda erogazione liberale nell’entroterra genovese, il più colpito dall’alluvione. Lo hanno comunicato quest’oggi il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando insieme all’assessore alle infrastrutture e protezione civile Raffaella Paita, all’ad della D’Appolonia, Roberto Carpaneto e al sindaco Mauro Fantoni. Montoggio disporrà di un’azienda come la D’Apollonia che ha al suo attivo 750 ingegneri, per la realizzazione gratuita di progetti relativi in particolare al rio Carpi che è esploso travolgendo negozi, box, appartamenti e causando danni a tutto il paese per almeno 5 milioni di euro.
“Dobbiamo ridefinire la geometria del paesaggio che è stata completamente modificata con danni ingenti – ha spiegato il sindaco di Montoggio Mauro Fantoni – a cominciare dalla messa in sicurezza del torrente Carpi”. “Vogliamo dare il nostro contributo – ha spiegato l’ad di D’Appolonia Roberto Carpaneto – per risolvere un problema che parte da un aspetto tecnico e coinvolge la sistemazione idraulica del rio Carpi che fa parte dello Scrivia ed è all’interno del bacino del Po”. Nei prossimi giorni i tecnici della D’Appolonia si incontreranno con quelli della Provincia di Genova per definire nel concreto le prime azioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*