Alluvione Genova, presentata in Regione da FI, Lista Biasotti e Lega richiesta dimissioni di Burlando e Paita

“I cittadini chiedono le dimissioni di Burlando e Paita, noi abbiamo voluto Marco Melgrati B1 00portare concretamente la richiesta in Consiglio regionale per dare voce all’interno delle Istituzioni competenti al sentimento dei cittadini stessi. Sentimento di sfiducia che si è amplificato in questi giorni a causa della reiterata assenza dell’Assessore Paita che evidentemente ha dimostrato con i fatti la sua “colpevolezza” cioè l’incapacità ad andare a gestire un settore così importante e delicato per la nostra Regione qual è appunto l’assessorato alla Protezione Civile”.
Così dichiarano i consiglieri regionali di Forza Italia Marco Melgrati, Matteo Rosso e Marco Scajola che questa mattina durante la seduta del consiglio regionale hanno formalmente consegnato la richiesta di dimissioni, ai sensi dell’Art. 124 e 125 del Regolamento interno, di Burlando e Paita, documenti firmati e sottoscritti anche dal Gruppo Liste Civiche Biasotti Presidente e della Lega Nord.
Spiegano i tre esponenti di Forza Italia: “ci siamo confrontati con il Coordinatore regionale perché rispetto a lunedì, anche alla luce delle dichiarazioni di Burlando in Aula questa mattina, le posizioni sono molto modificate. Soprattutto per quanto concerne la sua posizione di Commissario straordinario per le vicende del Bisagno e del Fereggiano. Il tentativo di Burlando di questa mattina è stato quello di scaricare, per quanto riguarda il Bisagno, le responsabilità sui ritardi relativi ai lavori sulla Magistratura Amministrativa, Tar e Consiglio di Stato. Il fatto però che Burlando ha omesso è stato che i Tribunali Tar e Consiglio di Stato non avevano emesso alcuna sospensiva sui lavori e quindi Burlando avrebbe potuto prendersi la responsabilità, già negli anni scorsi di attivare il percorso di infrastrutturazione del Bisagno comprendendone appieno l’importanza e valenza”.
“Purtroppo evidentemente per tutelare il suo ruolo di politico non ha voluto prendersi responsabilità alcuna facendo come Ponzio Pilato e sciacquandosi le mani delle conseguenze negative che tale immobilismo avrebbe portato con sé, cioè l’esondazione del Bisagno e quindi il possibile allagamento della città puntualmente verificatosi. Per questo noi chiediamo le dimissioni di Burlando: il Governo ha deciso di affidare in Italia ai Presidenti di Regione il ruolo di Commissario sulle opere di grande criticità che colpiscono i territori di competenza, è logico che non ritenendo Burlando in grado di svolgere in maniera corretta questo compito e visto che lo ha ricevuto anche perché Presidente della Regione Liguria, chiediamo, affinché non faccia altri danni, le sue immediate dimissioni ed la nomina di un Commissario esterno in grado di intervenire celermente ed in maniera definitiva per risolvere la situazione e spendere i denari da tempo stanziati”, concludono Melgrati, Rosso e Scajola.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*