‘Il Segreto di Susanna’: secondo appuntamento del calendario dell’Opera Giocosa di Savona

di Laura Sergi – Sarà ‘Il Segreto di Susanna’, di Ermanno Wolf-Ferrari, il Anna Delfino_La Contessa Susanna - Filippo Morace_Il Conte Gil (5)secondo appuntamento in programma nel calendario dell’Opera Giocosa, al Chiabrera di Savona venerdì 17 ottobre, alle ore 21 (alle ore 11 spettacolo per le scuole).
L’intermezzo in un atto è su libretto di Enrico Golisciani, e la prima rappresentazione fu a Monaco, Hoftheater, il 4 dicembre 1909: fu un pezzo in controcorrente, che non seguì i toni cupi del momento, ma optò per una rappresentazione raffinata e umoristica alla Goldoni.
Un conte crede d’aver incontrato per strada sua moglie: gran brutta cosa questa, in mancanza del suo permesso. Fa ritorno a casa e la trova lì, tranquilla, però nell’aria c’è un orribile odor di fumo e fra quelle stanze nessuno mai fuma, neppure il servitore. Bisticciano e fanno pace ripetutamente, mentre l’olfatto del marito è sempre sotto la pressione di quell’odore che non dovrebbe esserci, e il tarlo del dubbio continua a martellarlo. Un ritardo nell’aprirgli la porta scatena la sua gelosia senza rimedio: qualcuno è in casa e si sta burlando di lui! Ecco cosa farà: userà lo stratagemma di fingere di uscire nuovamente e invece rientrare di corsa, così lo potrà certamente stanare… Ma ecco svelato il segreto: è la moglie che fuma! Altro che amante!
Una storia che viene ideata in un’ambientazione piemontese, ma che poi risulta decisamente veneziana per le origini del compositore (Venezia, 12 gennaio 1876 – Venezia, 21 gennaio 1948).
Riedizione di un evento del calendario del 2012, con gli stessi protagonisti principali: Filippo Morace, nei panni del conte Gil, e la savonese Anna Delfino (nella foto), in quelli della contessa Susanna. Non ci sarà invece Stelvio Voarino che è mancato lo scorso maggio: ‘E allora questo evento lo dedicheremo a Lui’, ha affermato il direttore artistico della Giocosa, Giovanni Di Stefano, in conferenza stampa, ricordando i calorosi applausi che Voarino riceveva quando recitava. Al suo posto, nei panni di Sante, il Servitore muto, ci sarà Giancarlo Enrico.
Il Maestro Massimiliano Piccioli dirigerà l’Ensemble Strumentale del Teatro dell’Opera Giocosa, al pianoforte Gianluca Ascheri, regia di Maurizio Sguotti, scene e costumi di Francesca Marsella, light designer Amerigo Anfossi.
Biglietteria aperta al teatro Chiabrera dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19, oppure un’ora prima di ogni spettacolo. Questi i prezzi: 25 euro nel primo settore, 15 nel secondo, 10 nel terzo. Ridotto: 21 euro, 12, 8. Giovani: 15 euro, 10, 5.
L’opzione last minute si attiva mezz’ora prima di ogni evento (50% sul prezzo intero) ed è applicata sui posti disponibili e non prenotati. Info: 019 8485974.
A seguire il ‘Falstaff’ di Giuseppe Verdi, in programma domenica 9 novembre (ore 15.15). Ma ne riparleremo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*