Alluvione Genova: in arrivo la colonna mobile della Protezione civile delle regioni

(fp) – Alluvione Genova. Mentre le polemiche “politiche” e amministrative proseguono e, sull’onda emotiva delle contestazioni dei cittadini e commercianti più esasperati – ripetutamente provati non solo dall’alluvione del 2011 ma anche dagli allagamenti successivi causati da nubifragi – c’è chi preme per la testa del sindaco Marco Doria, sta arrivando in città la colonna mobile della Protezione civile delle regioni, coordinata dal Friuli Venezia Giulia, regione capofila della commissione nazionale. Lo comunica il dipartimento della Protezione civile regionale. Nello specifico sono in arrivo le regioni Piemonte, Lombardia ed Emilia che definiranno il numero delle squadre e delle persone necessarie per intervenire. In queste ore si attendono i funzionari di queste regioni per effettuare una ricognizione delle necessità, insieme al centro di coordinamento dei soccorsi a livello provinciale.
I primi ad arrivare saranno stasera quelli dell’Emilia Romagna costituiti da sei squadre di volontari, ognuna composta da quattro persone e un automezzo. Verranno dislocati in piazzale Kennedy e si metteranno a disposizione della protezione civile regionale. Per domani sono attesi i mezzi di altre regioni.

Attivati uomini e mezzi dell’esercito per intervenire sui punti più critici, continua intanto anche l’azione dei volontari, i giovani “angeli del fango” che, dopo essere stati un po’ abbandonati a se stessi inizialmente, hanno trovato ora un coordinamento con le istituzioni. La Protezione civile della Regione Liguria ha confermato che sono stati allestiti in giornata, insieme alla Croce Rossa, 2 punti ristoro per i ragazzi e le ragazze volontari che stanno prestando la loro opera in città. Le localizzazioni sono di fronte alla Questura di Genova in piazza della Vittoria e in Borgo Incrociati in via Canevari. A disposizione gratis acqua, pasti caldi e generi di conforto. Inoltre la Protezione civile regionale ha approntato 40 posti letto nella Fiera del Mare, a disposizione per i volontari in arrivo da fuori Genova.

Sulla base delle valutazioni del centro meteo idrologico dell’Arpal, confermato anche l’allerta 2, il massimo grado, fino alle 24 di domani lunedì 13 ottobre per tutta la regione e in particolare sulle zone di Savona, Genova, La Spezia e i rispettivi entroterra. Le valutazioni odierne confermano la possibilità di criticità idrologica elevata sulle zone in questione. Il ponente savonese e la provincia di Imperia rimangono invece fuori dalle turbolenze.