Savona in giallo: Andrea G. Pinketts alla rassegna andorese “Sotto l’Archetto”

Sarà lo scrittore Andrea G. Pinketts a presentare ad Andora, martedì 19 Savona in giallo (copertina)agosto, la raccolta di racconti Savona in giallo, pubblicata dall’editore De Ferrari di Genova (180 pagine, 10 euro). L’appuntamento, a cura dell’Assessorato alle Manifestazioni del Comune di Andora, nell’ambito della rassegna “Sotto l’Archetto”, è fissato, alle ore 21.15, in piazza Santa Rita.

Alla serata saranno presenti gli autori Daniele G. Genova, pioniere savonese del genere che con questo libro torna al giallo dopo molti anni, il giovane e talentuoso Francesco Basso, il funambolico scrittore di noir e di teatro Maurizio Pupi Bracali e la coppia costituita da Elena Buttiero e Ferdinando Molteni, autori del romanzo Il trillo del diavolo.

“Savona in giallo” segna, inoltre, il debutto assoluto dell’autore televisivo Felice Rossello e propone racconti scritti anche da Daniela Piazza, reduce dai successi del suo Il tempio della luce pubblicato da Rizzoli e dello storico giornalista di nera genovese (e autore di memorabili gialli) Max Mauceri.

“Sarà una serata straordinaria perché protagonisti sono autori molto amati di un genere letterario che in Italia ha le sue origini proprio in Liguria – annuncia Paolo Rossi, Assessore alle Manifestazioni del Comune di Andora – Ringraziamo Andrea Pinketts per la sua disponibilità a presentare ad Andora “Savona in giallo”, un volume molto atteso, che ci onoriamo di ospitare nell’ambito della rassegna “Sotto l’Archetto” che vuole portare in riva al mare, occasioni di lettura piacevoli e coinvolgenti”

Ferdinando Molteni, giornalista e scrittore, è il curatore della raccolta e autore di una prefazione nella quale si rintracciano le radici savonesi del giallo italiano.

«Savona, nella storia del giallo nazionale, ha il suo posto fin dall’inizio. E l’inizio data al 1931, quando nella neonata serie dei Gialli Mondadori esce Il sette bello di Alessandro Varaldo, il primo giallo italiano ad essere pubblicato nella collana che, di quel genere, farà la storia. Alessandro Varaldo, – definito, qualche anno dopo, sulle pagine della rivista mondadoriana “Il Cerchio Verde” come «il creatore del giallo italiano» – era nato a Ventimiglia il 25 gennaio 1876 da padre savonese, Giuseppe, e madre intemelia, Eugenia Rolando.