Andora: l’atrio del Comune trasformato in una piccola galleria d’arte

Dopo l’eliminazione delle porte d’ingresso e l’allestimento di uno Sportello sculture atrio comunedi accoglienza per il cittadino, un’altra novità cambia l’immagine dell’atrio del Comune di Andora, trasformandolo in una piccola galleria d’arte.

Da ieri mattina, infatti, i cittadini possono ammirare, sulle scale che portano al primo piano, due sculture di arte moderna, date in comodato gratuito dalla galleria d’arte GroundZero di Bucarest.

Si tratta di “Santa Agnese” di Ruben Esposito, artista affermato, creatore anche scene teatrali, (l’ultima l’ha realizzata per lo spettacolo di Vinicio Capossela) e di “Origine” di Raffaella Maron, artista di Andora che ha esposto a Londra, Parigi, Lione, Nizza, Bucarest e partecipato come ospite alla prima Biennale di Romania, nella miniera di sale di Ocnele Mari. Entrambe le opere sono state esposte in musei ed esposizioni internazionali.

“Vogliamo che il Comune sia davvero una piazza aperta ai cittadini. Un luogo accogliente anche esteticamente. Stiamo progettando una ridefinizione degli spazi d’accoglienza e degli uffici per renderli più funzionali ai cittadini– ha detto il sindaco Mauro Demichelis – “L’esposizione di opere d’arte è un progetto che durerà fino a fine settembre”.