Savona: la Torretta di Assonautica è tornata in mare (foto)

La Torretta di Assonautica è tornata in mare. Il manufatto dell’artista Torretta1Umberto Ghersi raffigurante il simbolo della città di Savona, recentemente restaurato da Assonautica provinciale di Savona, in collaborazione col Liceo Artistico Martini, è stato riposizionato, ieri mattina, nella sua collocazione originale.

Dopo la benedizione e il lancio della corona d’alloro in memoria di tutti i caduti in mare, alle 10,43, la Torretta, scortata da un corteo di imbarcazioni dei soci Assonautica e seguita dalla barca degli ormeggiatori del porto dove a bordo c’erano le autorità, al suono delle sirene, è stata inabissata nello specchio acqueo savonese a cura del gruppo sub di Assonautica Savona guidato da Paolo Capucciati. L’opera, recuperata lo scorso gennaio, a 25 metri di profondità, era stata posata 25 anni fa, il giorno di ferragosto del 1989, in occasione della Festa dell’Assunzione di Maria Vergine.

Ora a distanza di cinque lustri la Torretta di Savona è nuovamente nella sua collocazione naturale e il gruppo sub di Assonutica si è preso l’impegno di vegliare e tenere sempre in ordine questa importante opera. Il presidente di Assonautica Savona, Franco Zino: “È stata una grande giornata di festa per la nostra associazione. Considerato che Savona deve diventare un punto turistico, vorremmo che il luogo dove è stata inabissata la Torretta, diventi un punto attrazzione per i turisti che visitano Savona, come lo è il Cristo degli abissi a Genova San Fruttuoso”.

Prima di tornare nelle acque di fronte al Prolungamento a mare, l’opera in ceramica è stata benedetta da don Giovanni Busoni, delegato del vescovo di Savona-Noli, Vittorio Lupi, alla presenza di numerosi autorià. Fra queste, il vice sindaco di Savona Livio Di Tullio, il presidente della Provincia, Angelo Vaccarezza, il vice prefetto Giovanni Montella il comandante della capitaneria del Porto di Savona, Enrico Moretti, il sindaco di Albissola Marina, Gianluca Nasuti, il vice priore della Confraternita Santi Agostino e Monica, Renato Italo de Feo, il presidente di Coarmi, Lelio Speranza e Giacomo Lombardo ex presidente dell’Associazione Subacquei 4STL, a cui era venuta l’idea di far mettere in mare anni fa l’opera. Per Assonautica Savona, presenti i consiglieri Marco Popolo, Dino Audisio, Carlo Musso, Angelo Nicolini e il direttore Roberto Pizzorno.