Fruttital-Siter, Confcommercio: “preoccupazione di una nuova apertura di un centro commerciale”

«Viene chiesto alla nostra associazione di esprimere un commento Lorenza Giudice A1sull’avvicendarsi del percorso che vede coinvolta una cubatura produttiva; sebbene ad oggi i dati certi sull’integrale assorbimento della forza lavoro non siano ancora definitivamente accertati e quindi pervenuti, resta fermo (questo è il nostro compito di associazione di imprese, arti e professioni) che la preoccupazione di una nuova apertura di un centro commerciale è , da sempre, nelle nostre battaglie», spiega il presidente ingauno di Confcommercio, Lorenza Giudice.

«La nostra attenzione – prosegue – va alle imprese del territorio che chiudono forzatamente tutti i giorni, non solo quando sulle stesse grava un pericolo diretto ma anche indiretto, rendendo impossibile la crescita della città. La chiusura di una attività produttiva importante come Fruttital – Siter impone sicuramente una riflessione che coinvolge le famiglie dal punto di vista economico, sociale e umano, in quanto i mancati posti di lavoro coinvolgono a caduta tutto il ciclo produttivo della città».

«È quindi doveroso da parte di ogni interlocutore nella sua misura, valutare con attenzione ogni possibile proposta, tenendo conto di due fattori attuali: la mancanza di offerta per il grave momento economico con l’assenza di strumenti che incalzino quest’ultima. Pertanto ringraziamo l’Amministrazione per la coerenza riscontrata negli impegni presi verso le nostre categorie, auspicando che l’impegno sia quello di contribuire ad una reintegrazione massima dei lavoratori in difficoltà. Confcommercio si sta impegnando nei problemi che stanno coinvolgendo il comprensorio, sollecitando costantemente l’Amministrazione con progetti e strumenti atti a produrre aiuti tangibili che saranno resi pubblici dalla stessa», conclude Lorenza Giudice.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*