“Ninfea Gialla”, emergono illeciti edilizi riscontrati dalla Polizia municipale

Ci sono anche illeciti edilizi tra i reati riscontrati nel corso dell’operazione Polizia municipale Alassio“Ninfea Gialla” che, a conclusione delle indagini effettuate dai carabinieri del locale Nucleo Operativo e Radiomobile, ha portato alla chiusura di centri estetici cinesi ad Imperia, Albenga ed Alassio. Gli agenti della Polizia municipale di Alassio, coordinati dal comandante Francesco Parrella, hanno operato a stretto contatto con gli uomini dell’Arma, riscontrando la presenza di irregolarità edilizie nello stabile di via Paolo Ferreri ad Alassio.

Le verifiche hanno richiesto un supplemento di indagine sull’edificio che risulta sottoposto a modifiche, con la creazione di un’area soppalcata destinata a dormitorio per le ragazze cinesi che lavoravano nel centro benessere. All’utilizzo di materiali di pessima qualità per l’edificazione senza regolare permesso, si aggiunge la destinazione ad abitazione, anche di bambini, di un’area priva di qualunque certificazione di abitabilità. Nel sottotetto, cui si accedeva tramite scale a scomparsa, erano presenti materassi a terra per i giacigli, in totale assenza di finestre e pessime condizioni igienico-sanitarie.

I controlli hanno portato alla segnalazione alla Procura della Repubblica di Savona ed alla successiva denuncia della proprietà dello stabile e della 40enne cinese titolare del centro benessere alassino. L’operazione aveva smantellato un giro di prostituzione di giovani ragazze di nazionalità cinese producendo quattro arresti a carico dei titolari dei centri e di due estetiste di nazionalità italiana. Le ordinanze di custodia cautelare in carcere in questi ultimi due casi erano state poi tramutate in arresti domiciliari dal Tribunale del Riesame.

I controlli in materia edilizia rientrano tra le competenze primarie della Polizia municipale: il comando alassino dedica particolare attenzione a questo fronte d’intervento, operando in stretto contatto con la Procura della Repubblica, in seguito a segnalazioni ed esposti dei cittadini o sulla base di specifiche attività di indagine.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*