“Punti di vista…”: mostra all’Ucai ingauna

di Claudio Almanzi – Tre artiste in mostra nella saletta della sezione albenganese dell’ UCAI ( Unione Cattolica Artisti Italiani) di Albenga- Imperia, che da giovedì ospita “Punti di vista…”. Si tratta delle tre interessanti mostre personali di Giovanna Lupi, Donatella Balsamo ed Anna Vecchio che esporranno le proprie opere da domani, fino al 10 agosto, con orario dalle 18 alle 21 e 30.

Giovanna Lupi, nata a Dolcedo in provincia di Imperia nel 1957, fin da ragazza amavo disegnare e dipingere: “Mi dilettavo come autodidatta – dice la Lupi- con paesaggi e ritratti tra cui alcuni autoritratti. Abbandonata per molto tempo la mia passione per motivi di lavoro, ho ripreso in seguito a dipingere ed a disegnare. Ho frequentato alcuni corsi seguita da diversi insegnanti di arte e da Maestri pittori; ultimamente ho anche seguito l’Accademia delle Belle Arti di Sanremo. Mi dedico in prevalenza alla pittura ad olio, ma non trascuro il disegno a matita, carboncino sanguigna ed acquerello. Espongo tutti gli anni nel mio paese natale. In occasione della manifestazione Vele d’Epoca”.

La Lupi è socia di diverse Associazioni artistiche espone solitamente a Santo Stefano al Mare, Oneglia ed Albenga. Donatella Balsamo, nata e vissuta a Milano, dove ha lavorato risiede ora da 12 anni a Porto Maurizio: “Da sempre -ci ha detto la Balsamo- mi sono appassionata al disegno ed alla pittura. Ho frequentato alcuni corsi per affinare le tecniche: ultimamente all’Accademia delle Belle Arti di Sanremo. Prediligo dipingere a olio paesaggi e ritratti. Dopo aver lasciato il lavoro la pittura è diventata per me uno spazio di spiritualità in cui immergersi e rigenerarsi”.

Anna Vecchio è nata in provincia di Novara e vive e lavora ad Imperia: “È stato proprio ad Imperia- confessa la Vecchio- che, spinta dal mio mai sopito amore per l’arte, ed in particolare per il disegno, ho frequentato alcuni corsi, ma rimango sostanzialmente, per sperimentazione, un’ autodidatta A livello locale, ho partecipato ad alcune collettive sempre con entusiasmo e desiderio di confronto e rinnovamento”.