Prima la salute – Ospedale unico o più presidi nei territori? A Savona confronto dibattito tra Cangiano e Di Tullio

Domani, giovedì 7 agosto, alla Festa di Liberazione in corso sul lungomare di Zinola a Savona si terrà un incontro sul futuro della sanità savonese. Dopo le polemiche delle settimane scorse, alle 21.30 – moderati dal giornalista Luca Rebagliati – il Sindaco di Albenga Giorgio Cangiano e il vice Sindaco di Savona Livio Di Tullio si confronteranno nel dibattito “Prima la salute – Ospedale unico o più presidi nei territori?”.

1 Comment

  1. Quale competenza ha un vice sindaco, ancorchè del capoluogo di provincia, di parlar edi pianificazione sanitaria? La carica non gli permette di sortire nessuna elucibrazione estiva. Non so tratta del gioco del Monopoli o del Risiko pre-elettorale regionale. Peraltro non mi risulta che lìex sindacalista della CGIL abbia mai ricoperto incarichi affini al settore di competenza SANITARIA tantomeno mi risulta che l’interessato abbia una preparazione specifica per formazione personale.. Che razza di dibattito potrà mai uscire? Cangiano avrebbe argomenti tali da seppellire spietatamente questa provocazioen che forse meriterebb edi essere cassata e dimenticat aal piu’ presto. Per questo ritengo che Cangiano faccia male a partecipare. Potrebbe ricordare al sig Di Tullio che il DEA pietrese dovrebbe ANZI essere trasferito a PONENTE e NON A LEVANte, PER OTTIMIZZAR ELA COPERTURA DEL TERRITORIO IMPERIESE e RISTABILIRE LA DISTANZA CON IL DEA DI SAN MARTINO. Potrebbe chiedere all’ardimentoso ex sindacalista quale sia il ruolo del San Paolo dopo che hanno consolidato un ANOMALIA di CLASSIFICAZIONE dotandolo di SPECIALITA’ CHE NON SPETTANO A un ospedale di PRIMO livello…SOTTRAENDOLE AL DEA!!!! INquesto quadro, il San Paolo cos’è…UN MINI DEA RISPETTO A CAIRO O UN SUPER SPOKE RISPETTO A SANTA CORONA? Una domanda che potrebbe anche porre il preparatissimo LUCA REBAGLIATI e alla quale DI Tullio NON POTREBBE RISPONDERE…Per eseMpio PERCHE’ DUE DELLE IMPORTANTISSIME SPECIALITA’ DEL DIPARTIM TESTA-COLLO COME ORL E OFT STANNO A SAVONA E NON , COME I PROTOCOLLI DELLA MODERNA SANITA’ OSPEDALIERA DI EMERGENZA DEL MONDO OCCIDENTALE SUGGERISCONO,NEL DEA DI 2 LIVELLO? SE ARRIVASSE UN POI-TRAUMATIZZATO A PIETRA DOBBIAMO ASSISTERE AL PARADOSSO CHE I MEDICI PARTONO DA SAVONA PER ANDARE A PIETRA AD OPERARE????? PERCHE’ FINO AD OGGI L’EMODINAMICA A SV E’ H24 E QUELLA DEL DEA E’ STATA MANTENUTA H12 e non il contrario???? Perchè la sede del reparto di Urologia èa Savona e NON a Pietra???? e tante altre anomalie GRAVI e PERICOLOSE.
    Una cosa nessuno dirà: ch per salvare il DEA di PIetra e mantener eun HUB nella provincia di Savona occorrerebbe portarlo ad Albenga —TROPPO VICINE LE ELEZIONI REGIONALI E TROPPO FORTI I CAMPANILISMI
    SONO COSE MOLTO GRAVI, FORSE DISCONOSCIUTE D ACHI PREFERISCE IMMAGINARE LA SANITAì COME IL MONOPOLI O IL RISIKO….

I commenti sono bloccati.