La lussuria vista da Dante: nell’estate alassina appuntamento con Paolo e Francesca.

Mercoledì 13 agosto, alle ore 21.30, sulla terrazza dell’Hotel Savoia di Dante A1 00Alassio la sezione del ponente ligure del Centro Pannunzio organizza una serata di lettura e commento del V canto dell’Inferno di Dante, dal titolo: “Amor, ch’a nullo amato amar perdona”.

La conferenza è della prof.ssa Anna Tagliasacchi Bonfante, la lettura poetica di Beatrice Astegiano. È il canto dantesco in cui predomina il tema dell’amore che, da angelicato diventa, nelle figure dei due innamorati, forza incontenibile dei sensi. Dante li condanna all’Infermo,ma partecipa della loro vicenda umana e fa rivivere un sentimento d’amore che vince anche la morte e persino la bufera infernale da cui sono travolti. La presentazione ed il coordinamento sono di Marco Servetto, responsabile della sezione del ponente ligure del Centro Pannunzio.

Dichiara Marco Servetto: “Il canto è quello bellissimo di Paolo e Francesca e dei lussuriosi, uno tra i canti più noti e discussi ma ciò non impedisce certo di notare ogni volta la grande originalità e perfezione stilistica e poetica di Dante e allo stesso tempo la sua grande modernità.

Leggere e godere dell’opera di Dante non è certo privilegio riservato agli ‘esperti’. Marcel Proust diceva che ogni lettore, quando legge, legge se stesso e che il libro non è altro che uno strumento messo a disposizione per raggiungere tale scopo. Leggere Dante e la sua Commedia è anche questo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*