Incunaboli, cinquecentine, rotoli di pergamena… a Finale in mostra più di mille esemplari della Bibbia

Proseguono a Finale Ligure le iniziative collaterali alla Mostra della Bibbia Mostra Bibbia Finale Ligure 001organizzata dalla Chiesa Cristiana Evangelica, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune, nelle sale espositive dell’Oratorio de’ Disciplinanti (visitabile con ingresso libero fino al 17 agosto, dalle ore 17 alle 23, Complesso Monumentale di Santa Caterina, Finalborgo).

Martedì 5 agosto , alle ore 21, Paolo Apicella terrà una conferenza dal titolo “La Bibbia: un libro per tutte le epoche”.

La mostra presenta più di mille esemplari della Bibbia: incunaboli, cinquecentine, seicentine ecc., sino agli anni Duemila. Esposti anche rotoli di pergamene vergate a mano, un torchio stampante realizzato su disegno settecentesco e un plastico del Tabernacolo ebraico nel deserto riprodotto nei minimi particolari. Fra le curiosità: le Bibbie militari donate ai soldati della Prima Guerra Mondiale e la Bibbia più piccola al mondo, visibile solo con il microscopio.

Una sezione riguarda le Bibbie italiane nella versione di Antonio Brucioli, umanista perseguitato dall’Inquisizione, e di Giovanni Diodati, esule a Ginevra e traduttore di una traslazione monumentale per i testi originali consultati e i termini italiani innovativi utilizzati.

Una straordinaria sequenza sono le Bibbie del Risorgimento ottocentesco, quando vigeva l’assoluto divieto, durato più di due secoli, di possedere e leggere la Sacra Scrittura individualmente.

Interessanti, infine, la Bibbia Garibaldina e le Bibbie personali possedute anche da partigiani evangelici fucilati dai nazisti.

Il volume complessivo delle Bibbie esposte è di 8 metri cubi. Ultima conferenza, mercoledì 13 agosto alle ore 21, sarà quella tenuta da Ferruccio Iebole dal titolo “Il messaggio salvifico della Bibbia”.