“Aimez-vous Brahms?”: concerto nei Chiostri di Santa Caterina a Finale Ligure Borgo

Martedì 5 agosto alle ore 21.30, nei Chiostri di Santa Caterina a Finale Alessandra AndreettiLigure Borgo, ancora un appuntamento con la musica classica per i “Percorsi Sonori”, decima edizione della stagione della città di Finale Ligure.

Il titolo della serata è “Aimez-vous Brahms?” e vedrà impegnato nell’interpretazione delle opere del grande compositore il Duo formato dal mezzosoprano Alessandra Andreetti, che fa parte dell’organico stabile del Coro dell’Arena di Verona, e dal pianista Giuseppe Giusta, insegnante al Conservatorio Ghedini di Cuneo.

“Presentando un recital di musiche brahmsiane non si può fare a meno di pensare al film con Ingrid Bergman “Le piace Brahms?” o, per chi lo ha letto, al romanzo di Françoise Sagan. – si legge nella presentazione del concerto – Non che nel racconto la musica di Brahms fosse inserita come quella di Beethoven in “Sonata a Kreutzer” di Tolstoj, ma tant’è, la mente va alla Bergman, o a Antony Perkins (per chi riesce a non associare questo attore al film Psycho, altrimenti si incammina per tutta un’altra strada…)”.

Il programma comprende una scelta di lieder e alcune pagine pianistiche. Pagine di intensa espressività, un romanticismo che si sta spostando verso altri orizzonti, quasi volesse essere un’altra via che dal pensiero classico beethoveniano porta a quello che diventerà il pensiero del XX secolo. Brahms scrisse Lieder per tutta la vita. Una scelta da questo repertorio, come in un album fotografico, illustra l’evoluzione del suo linguaggio compositivo.

In programma Lieder dalle opere 46, 63, 70, 86, 94 e 105 alternati alle Quattro Ballate op. 10 ed alla Rapsodia op. 79 n.2.

L’ingresso è libero ma non consentito durante l’esecuzione. Alessandra Andreetti e Giuseppe Giusta collaborano insieme da diversi anni, tra le altre cose hanno eseguito musiche di Ghedini, Casavola, Pratella e altri autori del ‘900 in Centro America in occasione delle manifestazioni culturali dedicate all’Italia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*