A Laigueglia la tradizionale festa della Madonna delle Penne

Ricorre martedì 5 agosto per laiguegliesi e non solo la tradizionale festa della Madonna delle Penne, il piccolo santuario posto su Capo Mele e tanto caro alla gente di mare. Fedeli e turisti potranno riscoprire la chiesetta dedicata alla Vergine per l’intera giornata. Alle 6 del mattino fedeli da Laigueglia e da Andora partiranno dalle proprie parrocchie per ritrovarsi alle 7 al santuario, dove don Stefano Caprile celebrerà la santa Messa. Alle ore 18 è invece prevista un’altra messa, celebrata dall’arciprete di Laigueglia in ricordo dei marinai e dei pescatori.

Questa celebrazione sarà contraddistinta – caso più unico che raro – dalla possibilità di essere ascoltata dalle unità presenti nella zona marina sottostante il Santuario di Capo Mele, tratto dove ogni anno il 5 agosto si riuniscono decine di equipaggi e imbarcazioni di diportisti, della Marina Militare, della Polizia, dei pescatori di Laigueglia, della locale scuola vela e del Diving club di Andora. La parrocchia di san Matteo organizzerà inoltre un servizio navetta per raggiungere il santuario nel pomeriggio.

L’origine del culto alla Madonna delle Penne ha radici catalane: l’iconografia della Madonna e la cornice dell’affresco collocato sulla facciata lato mare del santuario, con il golfo di Laigueglia ai suoi piedi, sono tipicamente spagnole. “Le rocce di Capo Mele sulle quali si staglia il piccolo Santuario – spiega l’arciprete don Danilo Galliani – raccontano un’affascinante storia e il suo piccolo mistero che inizia con una statuetta di marmo raffigurante la Madonna, sul cui basamento era stata posta l’iscrizione ‘Nuestra Senora de la Pena’, Nostra Signora della Roccia o della Rupe. La piccola Madonna delle Penne venne infatti portata a Laigueglia dai pescatori di corallo catalani che dal 1300 cominciarono ad arrivare nella baia. Gli stessi corallari, presumibilmente intorno al 1650, edificarono, su una precedente piccola cappella dedicata alla Madonna della Neve, un oratorio che i pescatori locali e i fedeli, nel passaggio dal catalano al dialetto ligure, ‘ribattezzarono’ Madonna delle Penne”.

Non terminano qui gli appuntamenti per il mese di agosto a Laigueglia. Si rinnova infatti il calendario delle serate culturali e musicali in programma per “Di Voci e d’Accordo”, la rassegna curata e promossa dalla Parrocchia di san Matteo. Mercoledì 6 agosto alle ore 21.15 presso l’oratorio di santa Maria Maddalena l’Ensemble Mousiké si esibirà in “La danza del Rinascimento”. Una serata di musica e poesia, con la collaborazione dell’Ensemble di musica antica e de Li Musicanti di Savona saranno eseguite musiche di danza del Rinascimento di Falconieri, Mainerio, Arbeau e lette le poesie di Chiabrera, Tasso e Marino.

Parallelamente alle serate culturali, si rinnovano anche le visite al campanile di Levante in orario serale. Appuntamento alle 21 di martedì 12 e 26 agosto con la suggestiva visita che per l’occasione sarà arricchita dal volume edito recentemente da Sagep (Genova) e dedicato ai Cartelami di Laigueglia, riscoperti e riallestiti nella loro spettacolarità dallo scorso aprile nella chiesa parrocchiale, dove resteranno visibili fino alla prossima primavera.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*