Altare: presentazione del giallo “Il trillo del diavolo” di Buttiero e Molteni

Domani, sabato 2 agosto, alle ore 19,30, presentazione del volume “Il trillo Molteni e Buttierodel diavolo” (De Ferrari Editore) di Elena Buttiero e Ferdinando Molteni, in collaborazione con la Pro Loco Altare. Presso Villa Rosa e nell’ambito della prestigiosa Altare Glass Fest. A seguire apericena a cura del Bar Franca.

Il romanzo, richiestissimo in tutte le libreria della Liguria e già venduto in migliaia di copie, racconta della morte del direttore del Teatro Chiabrera di Savona, della caccia al suo assassino ma anche di molti retroscena della vita culturale e musicale della città. Per questo è già cominciata, tra i lettori, la gara all’individuazione dei personaggi che animano il racconto.

Buttiero & Molteni sono anche presenti nell’antologia “Savona in giallo” (De Ferrari Editore) con il racconto “Tramontate stelle”. A settembre il loro racconto “Scirè” uscirà nei Gialli Mondadori.

Il libro – Nel sottotetto del Teatro Chiabrera di Savona l’impiegata Tiziana Delucis trova un cadavere. Ha il cranio spaccato e in mano un frammento di carta con alcuni segni indecifrabili. È il 4 marzo 2008. Tiziana, cantante mancata con un burrascoso passato sentimentale, comincia ad indagare.

Investigatrice per caso, Titti – come la chiamano gli amici – diventa la più preziosa collaboratrice del colonnello dei carabinieri Costantino Marras.

Musicisti ambiziosi e spietati, un misterioso libraio esoterico seguace di Madame Blavatsky, sette sataniche che riemergono da un lontano passato, giornaliste disincantate e le sinistre figure che popolano i bui anfratti del teatro sono alcuni degli ingredienti di una storia mozzafiato.

Il trillo del diavolo è un giallo mediterraneo dove l’inchiesta sul delitto si intreccia con la storia e i paesaggi della Liguria, con la sua cucina, la sua poesia e il racconto dell’amore di una giovane e bella milanese – Titti Delucis appunto – per la piccola e dolce Savona.

Elena Buttiero (Pinerolo 1961) è una musicista e insegnante di musica. Suona pianoforte, spinetta, arpa celtica e ghironda. Ha inciso due album con la formazione Birkin Tree (Continental Reel, A Cheap Present), due con il mandolinista Carlo Aonzo (Il mandolino italiano nel Settecento, Fantasia poetica) e uno con il trio Arethusa Consortium. Ha effettuato concerti in Europa, Stati Uniti e Canada. Ha scritto metodi di solfeggio e di introduzione al pianoforte pubblicati dalle Edizioni Carisch. Vive a Savona. Questo è il suo primo romanzo.

Ferdinando Molteni (Finale Ligure 1962) ha pubblicato una ventina di volumi per case editrici come Vallecchi, Electa, Arcana. Ha scritto e scrive di cultura sul Secolo XIX di Genova, sul Foglio di Giuliano Ferrara e su Diario di Enrico Deaglio. Il suo ultimo saggio è Controsole. Fabrizio De André e Creüza de mä (Arcana). Per Massimo Ghini ha scritto il testo La strana morte di un cantautore (in onda su Raidue nella serie Delitti rock) e per Roberto Tesconi l’atto unico Luigi Tenco. L’ultima notte (De Ferrari Editore). Vive a Savona. Questo è il suo primo romanzo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*