Loano, Bottega del Racconto… domenica per merenda tutta un’altra storia

Domenica 1 giugno, a Loano, si chiuderà la rassegna Bottega del Loano La Città del Circo 2Racconto… domenica per merenda tutta un’altra storia, promossa dall’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Loano, organizzata dall’Associazione Compagnia dei Curiosi, nell’ambito del progetto “Loano per la famiglia“.

Il pomeriggio di divertimento propone, nel Campo Solare in Via Gozzano, un laboratorio e uno spettacolo dedicati al tema la Città del Circo.

Alle ore 15.30, si svolgerà il laboratorio di giocoleria, equilibrismo e acrobatica aerea con il gruppo il Circo Incerto, guidato dall’insegnante Simone Peretti e dall’artista di strada Valentina Zingaro. I bambini potranno cimentarsi in esercizi di giocoleria (palline, piatti, cerchi, diablo, fazzoletti, bolas, flower stick ecc.), equilibrismo (sfera, slackline, acrobatica) e trapezio volante.

Alle 17.00, è previsto uno spuntino per riprendere le energie, che darà l’opportunità ai bambini di scoprire i sapori semplici delle “merende dei nonni”, grazie ai “prodotti tipici” locali, proposti dalla Condotta Slow Food di Alassio-Albenga-Finale.

Alle 17.30, il Circo Incerto presenterà lo spettacolo “Dicerto … Incerto”, esibizione che metterà alla prova gli allievi del Laboratorio di Arti Circensi Circo Incerto di Pietra Ligure, promosso dall’ASD Toirano e degli allievi del Corso di Giocoleria YEPP Loano. Tra gags, performances, equilibrismi e acrobazie, palline e clavette, gli aspiranti artisti di circo saranno posti di fronte a sfide via via sempre più difficili, che coinvolgeranno anche il pubblico in prove di abilità e coraggio. Lo spettacolo sarà un viaggio che condurrà alla scoperta delle arti circensi.

Circo Incerto nasce dall’unione professionale e non solo di Zippo (Simone Peretti) e Lucilla (Valentina Zingaro). Lui, educatore, specializzato in arti circensi all’Università di Tor Vergata a Roma, Lei, artista specializzata in trucco artistico e arti circensi, insieme formano un duo che spazia dall’attività didattica all’animazione e alla proposta di spettacoli. La loro poetica attraversa il sentimento del “circo di altri tempi” fino ad arrivare a proposte attuali che si contaminano di musica, arte pittorica e contemporaneità.

Tutte le iniziative sono gratuite.