Mai: approvato in Provincia Odg sulla Caserma dei Vigili del Fuoco di Albenga

L’ordine del giorno depositato alcuni giorni fa dal sindaco di Zuccarello e Stefano Mai 2011consigliere provinciale Stefano Mai (capogruppo Lega), riguardante la Caserma dei Vigili del Fuoco di Albenga è stato oggi approvato all’unanimità dal Consiglio della Provincia di Savona.

«Dopo aver specificato le motivazioni che mia hanno portato alla stesura di tale documento – spiega Mai – ho elencato la serie di problemi strutturali dello stabile tra cui l’inadeguatezza dell’impianto elettrico, il distacco del cornicione e di parti della facciata, la mancanza di copertura isolante, i vetusti serramenti, la pericolosità dello sbocco su via Piave, le crepe di assestamento, il malfunzionamento delle serrande, la mancanza di climatizzazione, ma anche e soprattutto la pericolosità e precarietà del castello di manovra».

«Pochi anni fa l’Amministrazione Vaccarezza ha destinato risorse per il rifacimento parziale delle cucine e zona mensa e spero che ora, nonostante la penalizzazione portata dal taglio fondi perpetrato all’ente Provincia, si possano ugualmente reperire risorse sufficienti per intervenire rapidamente sullo stabile. Ho ricordato poi che il distaccamento VF di Albenga è come costituzione il più vecchio della provincia e che, dopo la centrale di Savona, è il quello più “laborioso” dell’intero Comando Provinciale, con una media di 1500 interventi/anno, con la copertura del territorio da Borghetto S.S. ad Andora ed il relativo entroterra, per un totale di 22 comuni». «Ringrazio anticipatamente il presidente della Provincia, Angelo Vaccarezza, che ora istituirà un tavolo di confronto con tutti gli enti interessati, specie con il Ministero dell’Interno (attuale possessore di parte dell’edificio), per individuare le soluzioni atte al superamento di queste problematiche. Credo che al corpo dei Vigili del Fuoco, per la funzione che svolge e che tutti riconosciamo ed apprezziamo, debba necessariamente essere riconosciuta la giusta dignità», conclude Stefano Mai.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*