Concessioni Balneari e Direttiva Bolkestein, Melgrati: “Ascoltare operatori, dire addio alle aste”

“Le aste e una proroga sono false soluzioni sulla questione delle Marco Melgrati B1 00concessioni demaniali. E sulla pelle dei balneari italiani non si può più né giocare né scherzare. E non si può fare assolutamente come dice il sottosegretario Sandro Gozi sulla messa all’asta delle concessioni balneari”. È quanto dichiara in una nota il capogruppo di Forza Italia in Regione Liguria, Marco Melgrati.

“Qui – prosegue Melgrati – non si vuol capire una cosa: il mondo delle spiagge deve necessariamente essere trattato in modo diverso, come peraltro è stato fatto in altre nazioni Europee, come la Spagna! Lo ha detto persino Bolkestein, il padre della direttiva europea. Il semestre Ue a guida italiana dovrà concentrarsi su questo tema e garantire un futuro certo a operatori che hanno investito per anni e vogliono continuare ad investire sul territorio e tutelarlo”.

“Certo che se le premesse di un autorevole esponente del PD sono queste non c’è da stare sereni! Dopo tutte le dichiarazioni, le prese di posizioni a favore e le assicurazioni date anche da più noti esponenti del Partito Democratico ai Balneari. L’impegno di Donnedamare e della sua presidente Bettina Bolla – ha aggiunto – è fondamentale. Gli operatori del settore devono essere necessariamente ascoltati, altrimenti si creerà la solita disposizione calata dall’alto capace di distruggere la vita di centinaia di migliaia di famiglie, a favore di multinazionali straniere e di cooperative ‘rosse’”.