A caccia… di voti; Bruzzone chiude la campagna per le europee: “Né salotti né fuochi d’artificio, la chiusura in mezzo alla mia gente”

“Né salotti, né fuochi d’artificio: io la chiusura la farò in mezzo alla mia Francesco Bruzzone 02gente, tra i cacciatori”. Così dichiara Francesco Bruzzone, capogruppo della Lega Nord nel Consiglio Regionale della Liguria, cacciatore candidato alle elezioni europee nella lista della Lega Nord – Circoscrizione Nord Occidentale, annunciando la chiusura della sua campagna elettorale.

“A differenza di altri candidati ed esponenti politici, che si dichiarano amici della caccia, ma che lo sono solo a parole e si ricordano dei cacciatori solo in periodo elettorale, io dalla parte dei cacciatori ci sono sempre”.

Dopo un lungo e intenso tour con tappe in Liguria, Piemonte, Lombardia e Valle d’Aosta, l’iniziativa conclusiva avrà luogo al Winter Garden Hotel di Grassobbio (BG) a partire dalle ore 21.00. “Come ho scritto sul materiale elettorale, solo un cacciatore può difendere la caccia. Per questo, ho ritenuto opportuno trascorrere la chiusura della mia campagna assieme ai cacciatori, per una serata tra amici, in cui discutere di iniziative per respingere ogni futura azione contro la nostra passione, della possibilità di cacciare in deroga nel rispetto delle tradizioni locali, della modifica della Direttiva Comunitaria e dell’elenco delle specie cacciabili in Italia, del calendario venatorio e dei confini e delle regole dei SIC e delle zone ZPS – Rete Natura 2000”, aggiunge il cacciatore e candidato al Parlamento Europeo Francesco Bruzzone.

Sabato mattina, invece, presso il Colle del Giovo tra Stella e Sassello, i cacciatori organizzeranno l’iniziativa “Vino Bianco e Farinata”, per celebrare l’avvio del Piano Faunistico Venatorio della Provincia di Savona, piano fortemente voluto da Francesco Bruzzone e dall’allora Assessore alla Caccia della Provincia di Savona Paolo Ripamonti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*