Tutti occupati i 45 posti letto della Residenza protetta Val Merula di Andora

Sono tutti occupati i 45 posti letto della Residenza protetta Val Merula di anziani sorridenti generica xG00Andora, che insieme ai venti posti della Residenza Sanitaria Assistita compongono i servizi dati dalla struttura, inaugurata tre anni fa.

Oltre a registrare questo importante successo, la Residenza Val Merula si distingue anche per un altro bel record, dai risvolti umani e volendo romantici: l’alta percentuale di coppie di anziani che decidono di ricoverarsi insieme. Ad oggi sono ben otto, una vera eccezione nel panorama delle strutture di questo genere.

E’ uno dei risultati di quello che può essere definito il “modello sperimentale Val Merula”: una residenza in cui l’assistenza è organizzata in modo che il ricovero non sia vissuto come abbandono della propria vita sociale, ma come una continuazione della propria vita, supportata dall’assistenza del personale sanitario.

E’ alta la percentuale dei degenti che, pur essere in parte autosufficienti, decidono di ricoverarsi. Qui le coppie possono vivere insieme nella stessa stanza, tutti i degenti possono avere a pranzo i parenti e ci sono spazi e situazioni pensate perché la comunità dei degenti possa dialogare con i parenti. Le stanze sono tutte a due letti, e sin dall’accoglienza si cerca di mettere insieme persone con caratteri compatibili tanto che sono sbocciate anche delle importanti amicizie. Ogni mese vengono organizzate delle assemblee in cui gli ospiti fanno delle proposte.

“Sono molto orgoglioso di questa struttura, del modello innovativo di coabitazione proposto, della qualità dei servizi resi e del clima accogliente ed umano che percepisco nelle mie frequenti visite ai ricoverati – dice commentando i dati il sindaco Franco Floris – I nostri anziani non hanno solo bisogno di assistenza sanitaria, ma di rispetto e di un luogo ove vivere serenamente senza rinunciare alla proprie abitudini. La residenza, oltre a dare un servizio indispensabile alla comunità, ha creato anche posti di lavoro. Il Comune garantisce, inoltre, una riserva di 5 posti per gli anziani residenti in condizioni di estreme difficoltà con tariffe minime”.