Alassio: Giorgio Boatti con “Un Paese Ben Coltivato” ha chiuso le Cene d’Autore

L’ultimo appuntamento di Cena d’Autore dell’anno scolastico 2013/14 DIGITAL CAMERAdell’Alberghiero F. Maria Giancardi di Alassio ha visto il ritorno nella scuola della Città del Muretto del giornalista e scrittore Giorgio Boatti.

L’evento cultural-gastronomico, che coniuga l’invito alla lettura al gusto, ha celebrato un grande viaggio che l’autore ha compiuto lungo la penisola, dal triangolo del riso tra Po, Ticino e Sesia, alle coltivazioni di bergamotto della Calabria, dal Veneto dei frutti di bosco e del radicchio al distretto della fragola in Basilicata, dalle Marche alla Puglia e alla Liguria.

La serata ha visto competere i 12 tavoli in gara in quattro avvincenti prove che hanno condotto i commensali negli aspetti più imprevisti e sorprendenti della narrazione, coinvolgendoli nella sfida per la conquista dei libri in palio per i primi classificati ai team games.

“Il libro in tavola”, format letterario ideato dal Centro Studi dell’alberghiero di Alassio, con l’incontro di Giorgio Boatti ha confermato, come sottolinea il dirigente scolastico, Salvatore Manca: ”La bontà del progetto educativo che ha fatto emergere, con estrema evidenza, come la condivisione di un libro rappresenti il contesto ideale per costruire nuove relazioni affettive e cognitive”.

Molto apprezzata da Giorgio Boatti la bottiglia d’olio “griffata” con la copertina del suo libro preparata dai soci della Cooperativa olivicoltori di Arnasco che sono stati partner dell’evento con i loro prodotti, vini, olio e salse, per l’appuntamento dedicato ad “Un Paese Ben Coltivato” che, nei suoi racconti, cita anche i nostri olivi e le coltivazioni della piana albenganese.

Il progetto culturale “Cena d’Autore” è stato coordinato dai docenti del “Giancardi” Antonella Annitto, Monica Barbera, Paolo Madonia, Paolo Tavaroli, Giovanni Marello, Franco Laureri, ed accompagnato da musica e voce di Giorgio Ravera (one man band).