Ceriale, Chiara Ragnini alla Casa dei Circoli delle Culture e dei Popoli

di Alfredo Sgarlato – Concerto cerialese per la brava cantautrice Chiara Ragnini, imperiese di Chiara Ragnini - ph Lombardonascita e genovese di adozione, che con la sua musica sta conquistando le platee italiane. Un elenco dei riconoscimenti già avuti prenderebbe l’articolo intero: ricordiamo solo il più recente, il Premio “InediTo – Colline di Torino” ricevuto al recente Salone del Libro, per la canzone “Un colpo di pistola”.

Questa e altre canzoni sono state cantate da Chiara ieri sera, sia alcuni inediti che saranno sul nuovo album ancora in fase di lavorazione, sia quelle tratte da “Il giardino di rose”, primo album in italiano uscito nel 2011. Chiara Ragnini anche da sola con la sua chitarra sa tenere il palco molto bene, e il pubblico presente è incantato dalla versatilità della sua voce, bella e ben impostata, in grado di affrontare le tonalità più acute. Tra una canzone e l’altra Chiara ci racconta come sono nate, spesso in macchina, durante lunghe code. Tutte canzoni di sua composizione, tranne una cover, la versione in inglese di “E penso a te”, di Lucio Battisti.

Ad aprire la serata Davide Geddo, che ha cantato una canzone nuova, “Il funerale di Tristano” e le canzoni più amate dai fans come “Angela e il cinema” e “Genova”. Gran finale col duetto “Il post-amore”, con Chiara che mostra una perfetta voce soul e come bis una canzone a testa, con Davide che ci regala l’immortale “Il disertore” di Boris Vian. Grandi applausi per una serata di bella musica, buon cibo, divertimento con musicisti bravi e simpatici.