Elezioni Andora, M5S: “Una città a misura di cittadino”

Il Movimento 5 Stelle propone nel suo programma elettorale “misure Andora in Movimento 5 Stelleimportanti per dimensionare Andora a misura di cittadino, cosa vuol dire questo, vuol dire intervenire su quei servizi essenziali che rendono la vita del cittadino più giusta, soddisfacente, serena, in simbiosi con l’ambiente”.

Primo su tutti la questione del DEPURATORE: «le dispute politiche fra regione e Provincia hanno portato a progetti falliti, società fallite, depuratore mai costruito ma…la quota in bolletta quella si, sempre fatta pagare… Fallito il depuratore ingauno di Villanova le strategie politiche ci dicono che andremo ad allacciarsi ad Imperia, un depuratore già con i suoi problemi, costruito in dimensioni ridotte per regalare terreno al solito clientelismo e quindi con grandi costi di gestione che hanno aperto un buco nel bilancio, buco da coprire con i nostri 5,5 milioni di euro accantonati perché nell’accordo fatto, prima ancora di fare il progetto è già esecutivo lo spostamento del capitale accantonato. Gli studi degli ambientalisti e del wvf ritengono che l’acqua di un bacino deve rimanere all’interno di esso, per evitare scompensi, tra cui il cuneo salino che può aumentare e danneggiare l’agricoltura del paese, noi Movimento 5 Stelle vogliamo che il depuratore sia fatto ad Andora, abbiamo la fortuna di avere gli spazi necessari, avrebbe un costo più moderato e sarebbe molto più funzionale».

LA RACCOLTA DIFFERENZIATA: «Dal nostro studio sui dati ufficiali del sito della Regione Liguria abbiamo appurato che il non aver rispettato il minimo di legge sulla raccolta differenziata è costato dal 2007 al 2012 alle casse del Comune, cioè a noi, 2,4 milioni di euro in più, una cifra colossale che avrebbe permesso al Comune di spenderli ben diversamente invece di direzionarli verso la discarica del Boscaccio a Vado Ligure,gestita da Ecosavona, società attualmente indagata dalla magistratura. Ma non ci fermiamo lì, non ci accontentiamo del minimo di legge, abbiamo un grande progetto per la gestione totale dei rifiuti sul territorio del comune di Andora. La lista del M5S Andora propone la realizzazione del Centro del riciclo,una struttura in cui venga gestita la separazione minuziosa dei rifiuti cittadini :carta,cartone,vari tipi di plastica, vetro, alluminio e frazione “umida”,da avviare,quest’ultima, ad un centro di compostaggio anch’esso da realizzare sul territorio Andorese. La realizzazione di questo progetto comporterà grandi vantaggi:in primis la creazione di svariati nuovi posti di lavoro (20-30) ,in secondo luogo una grande riduzione della bolletta rifiuti, in quanto il cittadino pagherebbe solo per la parte di rifiuti che non riesce a differenziare. È ovvio dire che le materie prime così ricavate dalla separazione, vengono rivendute e generano un ricavo. Si risparmierebbe inoltre la considerevole cifra annua di 650.000 euro del costo della discarica di Savona».

Il Movimento 5 Stelle propone inoltre di «istituire un CENTRO DEL RIUSO E RIPARAZIONE, adiacente a quello del riciclo, in cui sia possibile conferire oggetti, arredamenti, vestiario, tutto ciò che potrebbe ancora essere usato. Per questi due temi , depuratore e raccolta differenziata, abbiamo fatto due esposti alla Corte dei Conti Regionali per spiegare la situazione e siamo in attesa delle valutazioni e sentenze. Come sul tema del depuratore anche per la raccolta differenziata c’entra molto la Regione purtroppo, però noi abbiamo un vantaggio, sappiamo che le altre forze politiche in tutti questi anni hanno fallito, non hanno soluzioni in quanto sono legate da interessi vari; c’è solo una soluzione, che il Movimento 5 Stelle ora entri nelle amministrazioni comunali e che tra un anno alle elezioni regionali 2015 conquisti la Regione Liguria in modo da sbloccare tutte queste situazioni, e rendere più vivibili le nostre città, per i cittadini e di conseguenza per i nostri turisti, in modo da pagare i servizi in modo più equo, rispettare l’ambiente, recuperare la bandiera blu e il mercato del turismo straniero».