Con Giorgio Boatti, Cena d’Autore all’Alberghiero di Alassio: a “libro in tavola” arriva un viaggio attraverso l’Italia

“Il libro in tavola”, format letterario ideato dal Centro studi Giorgio Boatti vignadell’alberghiero di Alassio, avrà come ospite il prossimo 16 maggio, alle ore 19.30, Giorgio Boatti. Il giornalista e scrittore, autore del recente “Un paese ben coltivato: viaggio nell’Italia che torna alla terra e, forse, a se stessa”, ci intratterà sul libro che ha appena pubblicato dall’editore Laterza e già giunto alla seconda edizione.

“Un paese ben coltivato” è il racconto del viaggio che Boatti, dopo l’itinerario per monasteri narrato in “Sulle strade del silenzio” (Laterza 2012), ha compiuto lungo la penisola, dal triangolo del riso tra Po, Ticino e Sesia, alle coltivazioni di bergamotto della Calabria, dal Veneto dei frutti di bosco e del radicchio al distretto della fragola in Basilicata, dalle Marche alla Puglia. Ovunque Boatti si confronta con un’agricoltura che sta cambiando volto e forse anticipa, con le sfide che vi avvengono, la direzione di un mutamento più vasto.

Tra le tappe di “un paese ben coltivato” primeggia la Liguria e, soprattutto, la piana di Albenga con le sue eccellenze produttive e l’attività formativa svolta dall’istituto professionale Giancardi.

Del resto Giorgio Boatti, autore di libri e inchieste sulla storia recente del nostro Paese, è vicino, e non solo da oggi, all’Istituto Giancardi. Infatti, nelle pagine in “un paese ben coltivato” si sofferma anche sul trofeo Ventimiglia, (istituito in ricordo del preside storico della scuola), la gara di sommellerie, manifestazione che lo ha visto spesso ospite.

Come sottolinea il preside Salvatore Manca: “È sempre un onore e un piacere avere l’amico Giorgio Boatti insieme a noi. Ora, con Cena d’Autore, avremo modo di condividere questo nostro legame con gli ospiti della serata, nell’ iniziativa di invito alla lettura attraverso il format ‘Il libro in tavola’ ideato dal nostro Centro Studi”.

Cena d’Autore vuole coniugare il valore della cucina e della genuinità del cibo con il piacere della lettura e mettere in evidenza quella narrazione territoriale che promuove l’eccellenza dei prodotti locali frutto di ingegno lavorativo e di esperienza professionale.

“Il libro in tavola” va oltre la mera promozione di un libro e trasforma l’incontro con lo scrittore e con il suo “lavoro” in un vero e proprio convivio interattivo, grazie al quale gli ospiti possono entrare, bordeggiando tra brani dell’opera, degustazioni guidate di sommelier e pietanze, negli aspetti più imprevisti e sorprendenti della narrazione.

Le parole del testo si affiancano così all’alchimia dei sapori che giungono in tavola e. dall’insieme, potranno uscire suggestioni coinvolgenti gli ospiti, anche attraverso il Team Games che si snoda sui social network.

Il progetto si ispira al modello delle Cene letterarie e si propone di declinare l’antica tradizione del desco, evento mondano e culturale, in modo nuovo: facendone un format interattivo dove le piattaforme social contribuiscono alla promozione del territorio e della cultura.

Il progetto culturale “Cena d’Autore” è coordinato dai docenti del “Giancardi” Antonella Annitto, Monica Barbera, Paolo Madonia, Paolo Tavaroli, Giovanni Marello e Franco Laureri ed è sostenuta da Conad, torrefazione La Genovese e dalla Cooperativa olivicoltori di Arnasco.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*