Alassio: i Cappuccini di fra Aurelio impegnati in Africa

di Claudio Almanzi – Nei giorni scorsi nelle scuole alassine un frate mani mondo intercultura 00Cappuccino, Padre Aurelio, ha incontrato gli studenti per far loro conoscere le iniziative che i religiosi della provincia ligure portano alle missioni Centraficane. Le comunità cappuccine che si trovano nella diocesi ingauna di Alassio, Loano, Finale Ligure, Pieve di Teco e Porto Maurizio stanno collaborando infatti ad una raccolta di fondi organizzata dai frati di Arenzano guidati da padre Aurelio a favore della missione di Baoro nella Repubblica Centroafricana.

“Padre Aurelio- hanno detto alla fine dell’incontro gli studenti alassini- ha avuto una bella idea: ha aiutato le famiglie che in questi mesi di guerra avevano perso la casa, distrutta e bruciata dai ribelli, a tornare ad abitare nel proprio villaggio. Ha chiesto alla gente di pensare alla paglia per rifare il tetto e alla terra per i mattoni dei muri, materiali reperibili in natura nella savana e lui li ha aiutati donando la porta di casa che era stata rubata durante la guerra”. Insomma questa volta non si tratta di una raccolta fondi per medicine, cibo o prodotti di prima necessità, ma di porte di casa. “Effettivamente – ha detto padre Aurelio- per fare una porta c’è bisogno di tavole levigate e di un piccolo lavoro di falegnameria, cosa che la popolazione nei villaggi non è in grado di fare. I piccoli artigiani hanno perso tutto durante il conflitto e mancano le attrezzature. Ho già “collaudato” questa iniziativa nei villaggi di Bozoum con buona soddisfazione di tutti. A Baoro, Padre Renato e Padre Dieudonné vogliono aiutare le famiglie che a gennaio hanno perso la propria casa fornendo così un aiuto mirato a chi dimostra buona volontà e non in modo generico”.

Come aiutarli? Il costo del materiale e del lavoro per fare una porta è di 30.000 Franchi Cfa, circa 20 euro.  A Baoro le abitazioni da ricostruire sono circa 200. Per coloro che volessero contribuire ad aiutare i frati cappuccini in questo progetto è possibile telefonare ai numeri 010.912.66.51 |e 010.913.45.05 oppure scrivere un messaggio di posta elettronica all’indirizzo missioni@carmeloligure.it o consultare il sito www.amiciziamissionaria.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*