Andora, “GravitàZero”: a Castello si inaugura la mostra di Maron e Andy

di Claudio Almanzi – Appuntamento di rilievo ad Andora (sabato alle AndyRaffaellaore 18) per l’inaugurazione della doppia personale di due artisti molto interessanti: Raffaella Maron ed Andy Fumagalli. Ad ospitare la mostra sarà uno dei luoghi più suggestivi della Riviera di Ponente la Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo nella frazione di Castello. A presentare gli artisti è Galleria d’arte Groundzero di Bucarest. “La mostra – dicono Pierluigi Luise e Francesca Bogliolo – vedrà due differenti espressioni artistiche confrontarsi con la condizione emotiva e particolare dell’assenza di gravità, intesa come distacco interpretativo dal mondo, visto come vincolo alienante”.

Raffaella Maron, scultrice simbolista, nata a Torino e residente ad Andora, inizia la sua carriera artistica creandosi uno spazio tra culture antiche, mitologiche, odierne ed aliene. È stata scoperta da un gallerista londinese che l’ha lanciata nel mondo dell’arte. Nel 2013 ha realizzato la copertina dell’ultimo successo dei New Trolls “Do ut des” ed una sua effige vi compare. Ha esposto al Museo d’Arte di Londra, a Parigi, Lione e a Nizza, in Romania, ospite d’onore della Galleria ARTEX di Râmnicu Vâlcea, ed alla Prima Biennale in Romania, in una miniera di sale.

Andy Fumagalli, artista dedito alla Pop-Art, ha consolidato negli anni il suo fortissimo codice pittorico, che applica non solo alle tele, ma anche alla decorazione di oggetti di design, stoffe, strumenti musicali, realizzando così un iter di livello internazionale. Ha all’attivo numerose mostre personali, collettive e fiere d’Arte, che lo hanno reso popolare in Italia e all’estero. Musicista di talento, nei primi anni 90 ha fondato con Morgan i “Bluvertigo” di cui è saxofonista, tastierista e vocalist. Recentemente ha creato il gruppo FluOn di cui è leader. L’esposizione, che è stata curata dal poliedrico Pierluigi Luise verrà presentata dalla critica d’arte Francesca Bogliolo,

L’evento è stato organizzato in collaborazione con varie realtà culturali di riferimento sul territorio e sostenuto dalla Fondazione Palazzo Oddo e dal Comune di Andora. La doppia personale rimarrà aperta fino al 18 maggio tutti i pomeriggi dalle 15 alle 18. Per avere maggiori informazioni sulla mostra e gli artisti è possibile scrivere all’indirizzo di posta elettronica pas.meli@gmail.com o telefonare al numero 39 335 6856486