Elezioni Amministrative 2014. La preferenza si fa doppia

urna voto mano scheda generica x00di Francesco Canobbio – Il prossimo 25 maggio si vota per scegliere il nuovo sindaco di Albenga, dopo più di 6 mesi di commissariamento.

Si vota anche per rinnovare il consiglio comunale. Gli assessori, ricordiamo, verranno poi scelti direttamente dal Sindaco.

La novità tecnica di questa tornata elettorale è la possibilità di indicare una doppia preferenza.

La seconda preferenza deve però riguardare un candidato di sesso diverso dalla prima preferenza: uomo-donna o donna-uomo. Inoltre la seconda preferenza deve riguardare una candidata o un candidato della stessa lista della prima.

Si deve evidenziare che la doppia preferenza è una possibilità non un obbligo e che in caso di  errore la seconda preferenza verrà annullata (es: uomo–uomo o donna-donna). La norma è stata introdotta per aumentare la rappresentanza delle donne nelle istituzioni pubbliche.

La legge inoltre ha introdotto la cosiddetta “quota di lista” in base alla quale nessuno dei due sessi può  essere rappresentato in lista per oltre due terzi del totale dei candidati. “Nelle liste dei candidati nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura superiore a due terzi”; peraltro, solo nei comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti, il mancato rispetto della quota può determinare la decadenza della lista.

È importante che tutti i cittadini siano informati della riforma, altrimenti si rischia che non si raggiunga l’obiettivo che il legislatore si è preposto.

Infine, non dimentichiamoci che anche per le Elezioni Europee vi è una novità simile a quella sopradescritta, che consente all’elettore di indicare addirittura tre preferenze. La terza preferenza deve però essere posta a favore di un candidato di sesso diverso rispetto ai primi due – es.: uomo, uomo, donna oppure donna, donna, uomo – pena l’annullamento della terza preferenza.

Buon voto a tutti.