Liguria, approvato calendario venatorio 2014/2015; voto favorevole di Pd e FI

Valter Ferrando, consigliere regionale PD è intervenuto oggi nell’ambito Palazzo Regione Liguria scritta  fp1 x00del dibattito relativo all’approvazione del calendario venatorio 2014/2015 esprimendo il voto favorevole al provvedimento di Giunta e ringraziando l’assessore Briano e gli uffici del suo Dipartimento per il lavoro svolto.

“Siamo riusciti – commenta Valter Ferrando, in qualità di responsabile caccia del gruppo PD ad approvare con senso di responsabilità un calendario equilibrato che non crea conflittualità con le associazioni ambientaliste ed allo stesso tempo consente ai cacciatori, che pagano le tasse, di svolgere a pieno diritto e con serenità la loro attività.”

“Si tratta di un passo avanti – aggiunge – per un provvedimento condiviso che rispetta tutte le indicazioni dell’ISPRA, e basa tutte le scelte attuate su principi scientifici comprovati”. “Parimenti – conclude Ferrando –approviamo ordine del giorno che impegna Presidente e Giunta a valutare, in caso di ricorso avverso alla deliberazione di oggi, l’opportunità di presentare un disegno di legge finalizzato ad emanare regole utili all’esercizio della caccia nella prossima stagione.”

Anche il Gruppo regionale di Forza Italia, con qualche polemica, ha votato a favore questa mattina in Consiglio regionale. La Liguria, dichiarano il Capogruppo di FI Marco Melgrati e il Vice Capogruppo Marco Scajola, “è la prima Regione ad approvare questo provvedimento memori di quanto avvenuto lo scorso anno. Una situazione quella che abbiamo vissuto in Liguria che ha avuto dell’incredibile e che ci auguriamo non si verifichi nuovamente. Siamo convinti della bontà del lavoro fatto: la Caccia è una pratica che fa parte delle nostre tradizioni e della nostra cultura. Inoltre rappresenta uno strumento molto utile per il contenimento e controllo di diverse specie che tanti danni creano al comparto agricolo della nostra regione”.

“Contrariamente al voto di astensione in Commissione determinato dal fatto che la Giunta non ha accettato di emanare un provvedimento di legge ma un provvedimento amministrativo che l’anno scorso era già stato impugnato, abbiamo comunque deciso di votare a favore per garantire ai cacciatori l’esercizio di un legittimo diritto. Inoltre da evidenziare che ancora una volta con la nostra presenza ed il nostro voto favorevole abbiamo consentito che la pratica passasse perché abbiamo assicurato il numero legale sia in Commissione ieri pomeriggio, che in Consiglio regionale questa mattina, diversamente la Maggioranza non avrebbe avuto la possibilità di procedere perché moltissimi i consiglieri del centro sinistra non presenti sia in Commissione che in Consiglio regionale ”, concludono Marco Melgrati e Marco Scajola.