Progetto Alassio: promossa raccolta firme contro chiusura commissariato

Progetto Alassio, ha presentato attraverso i propri Consiglieri comunali, imagesuna mozione con relativo ordine del giorno, discussa nell’ultimo Consiglio Comunale del 12 Marzo 2014 – delibera Consiglio comunale n. 39 del 12/3/2014 – in merito all’espressa volontà ministeriale di chiusura degli uffici del Commissariato di Alassio della Polizia di Stato e quella del Distaccamento Nautico di Alassio. Mozione bocciata dalla maggioranza (Forza Italia e Lega Nord) che governa la città.

«Nell’occasione il Sindaco aveva, però, assicurato che avrebbe portato all’attenzione del Consiglio un nuovo ordine del giorno, ma – a distanza di quasi un mese – nulla è ancora avvenuto, nonostante una nuova richiesta del nostro gruppo», sottolinea il capogruppo Piera Olivieri.

«Il nostro gruppo, stante l’immobilismo della Giunta Comunale sulla delicatissima questione, ha deciso di attuare una raccolta firme. Alla luce, pertanto, dell’ immobilismo dell’Amministrazione Comunale su questa delicatissima questione, Progetto Alassio ha deciso di attuare, da sabato 5 Aprile 2014 una Raccolta firme per dare voce alla Cittadinanza ed esprimere il totale dissenso della Cittadinanza alla minacciata chiusura degli uffici della Polizia di Stato di Alassio».

«La città in passato, per l’ immobilismo, i ritardi e le conflittualità politiche, ha già perso tutti i servizi essenziali e indispensabili per la tutela e salvaguardia di territorio e popolazione. Siamo partiti dall’Ospedale per passare alla Stazione FFSS, alla Capitaneria di Porto, agli uffici ENEL, alla Guardia di Finanza, alla R.S.A., a quell’efficiente ed importante, anche per i turisti, presidio sanitario che era la Dialisi, gli Uffici Giudiziari solo per citare i più clamorosi».

«Ora questo preoccupante progetto di chiusura del Commissariato della Polizia di Stato che priverebbe la nostra cittadina (che nonostante tutto continua a vivere di turismo) e l’intero comprensorio di un presidio di legalità della massima importanza tenuto anche conto che nel fine settimana, nei ponti, nelle festività natalizie e pasquali e nel periodo estivo tutto il ponente vede aumentare esponenzialmente i traffici di automezzi e persone, con una attività molto intensa che ha indotto lo stesso Ministro a trasferirvi ed assegnarvi in alcuni periodi particolarmente convulsi (non ultimo nell’estate 2013) del personale aggiuntivo».

«Non va trascurato neppure l’importante servizio fornito ai cittadini dal locale Commissariato di P.S. sotto l’aspetto della polizia amministrativa la cui eliminazione comporterebbe un aggravio di spese e tempistica come si è già verificato con la chiusura degli uffici giudiziari di Albenga e l’accorpamento a quelli di Savona. Non si deve inoltre dimenticare che i servizi di polizia non servono solo come repressione ma anche ed “in primis” come deterrente».

Progetto Alassio «vuole inviare al Ministro dell’Interno, Angelino Alfano e ai vertici della Polizia di Stato la richiesta dei Cittadini, effettuata tramite l’iniziativa della raccolta firme, perché venga rivisto il progetto ministeriale di chiusura degli uffici di polizia che se dovesse trovare attuazione priverebbe un ampio comprensorio dell’unico commissariato di P.S. esistente in Provincia di Savona, dopo la stessa città di Savona. Occorre attivare tutte le procedure per salvaguardare gli uffici in questione ponendo in opera, nell’interesse dell’intero territorio e dei suoi cittadini, collegialmente ed indipendentemente dall’appartenenza politica, ogni atto ed iniziativa idonea a raggiungere l’obiettivo d’impedire le ventilate ipotesi per evitare la soppressione ed accorpamento di questi importati presidi di legalità, perché non che diminuisca il livello di efficienza nel combattere la microcriminalità a favore della Città».

Sabato 5 Aprile inizierà presso il mercato settimanale la raccolta firme con l’installazione di un point in Via Gastaldi incrocio via Pera dalle ore 9.00 alle 13.00 che sarà replicato nel pomeriggio di Domenica 6 Aprile 2014 dalle ore 15.00 alle ore 19.00 in piazza Airaldi-Durante (piazza della biblioteca). L’iniziativa proseguirà nelle settimane successive con l’indicazione di alcuni punti dove sarà possibile apporre la propria firma.

«Tutti i cittadini (maggiorenni) non solo di Alassio, sia residenti che turisti, sono invitati a sostenere l’iniziativa per evitare la scomparsa della Polizia di Stato dalla Città. Auspichiamo e ne siamo certi, anche nell’ adesione dei politici indipendentemente dall’ appartenenza partitica», conclude Piera Olivieri.