Cantiere navale di Albenga e porto turistico di Pegli: da Regione il sì al cambiamento del Piano della costa

È stata approvata oggi dal Consiglio regionale con 21 voti a favore, e 5 Palazzo Regione Liguria scritta  fp1 x00astenuti (Lega Nord Liguria-Padania, Liste civiche per Biasotti presidente e Gruppo Misto-Riformisti italiani) la Proposta di deliberazione 111: Variante di aggiornamento al P.T.C. della Costa. Proposta della Giunta Regionale al Consiglio Regionale di approvazione a stralcio delle indicazioni relative al cantiere navale di Albenga e al porto turistico di Genova Pegli.

La variante considera la scelta del Comune di Albenga che nel 2013, preso atto della avvenuta dismissione da diverso tempo del cantiere navale denominato CN4, ubicato nella località Vadino lungo la sponda dx del Centa, ha deciso di trasformare la zona da industriale a turistica avviando un progetto di riqualificazione urbanistica e paesistico-ambientale in base anche al piano casa. Sulla scorta dell’istruttoria del Settore Pianificazione territoriale e Demanio marittimo, la Giunta e, oggi, il Consiglio hanno condiviso il parere comunale eliminando il cantiere dall’elenco previsto nel PTC della Costa.

L’altro cambiamento previsto è quello relativo alla zona di Genova Pegli. L’obiettivo è la tutela “dei valori di naturalità e di immagine del tratto di costa compreso tra la zona cosiddetta del Risveglio ed il Castelluccio di Pegli Lido” (in particolare si tratta di alcuni scogli che gli abitanti della zona avevano chiesto di salvaguardare).

Grazie all’approvazione della delibera verrà accelerata la procedura di Conferenza di servizi per l’approvazione del progetto di riconversione dell’ex cantiere navale di Vadino nel Comune di Albenga e vengono inserite ulteriori specificazioni di dettaglio sui tratti costieri da mantenere inalterati.

Edoardo Rixi (Lega Nord – Liguria Padania) ha annunciato il voto di astensione con riferimento soprattutto alla parte della pratica relativa al nuovo porticciolo di Pegli. Una vicenda segnata dai ricorsi al Tar e – a parere dell’esponente della Lega – da comportamenti poco trasparenti dell’amministrazione locale. Aldo Siri (Liste Biasotti) ha condiviso le osservazioni di Rixi e ha annunciato che per le stesse ragioni si sarebbe astenuto sulla pratica.

Marco Melgrati (FI) ha invece dichiarato il voto convintamente favorevole del suo gruppo alla delibera in primo luogo per la soluzione proposta ad Albenga e per il fatto che finalmente giunge a conclusione una delibera nata ed elaborata dai comuni con un sofferto iter. Melgrati ha aggiunto di non aver voluto ascoltare in commissione i comitati sorti sulla vicenda perché i comitati spesso nascono per dire solo dei no a qualsiasi cosa venga proposta.

Francesco Bruzzone (Lega Nord Liguria Padania) ha ribadito il voto di astensione già espresso dal collega Rixi aggiungendo che avrebbe avuto piacere che la delibera fosse stata distinta in due differenti una su Albenga, dove non sono presenti criticità, e una su Pegli dove non mancano dubbi. Si sarebbe potuto così esprimere voti disgiunti.

Non è mancata, a fine dibattito, una nota polemica da parte del Capogruppo di Forza Italia Marco Melgrati: “finalmente è andata in porto questa modifica al PTC regionale che di fatto va a correggere un errore materiale del Piano della Costa. Infatti al Cantiere Nautico di Albenga, da tempo dismesso, era stata affidata una valenza produttiva collegata alla nautica da diporto”. “Dispiace solo che questa pratica, iniziata e voluta dall’amministrazione di centro destra di Albenga, sia stata rallentata e poi abbia subito un’improvvisa accelerazione dopo la caduta del Sindaco Rosi Guarnieri. Anche le resistenze interne al Pd ed all’ultrasinistra radicale di Sel e Rifondazione Comunista sono miracolosamente svanite alla presenza di un Commissario Prefettizio su Albenga e alla prospettiva di nuove elezioni”.

“È da tempo che la Città di Albenga attende la riqualificazione urbanistica di questa zona che fronteggia l’isola Gallinara, e la sostituzione di un brutto capannone con architetture di qualità come da progetto giacente in Conferenza di Servizi presso il Comune di Albenga. Quando una pratica viene proposta dalle amministrazioni comunali, dopo un approfondimento locale, il nostro Gruppo politico è sempre assolutamente favorevole”, conclude Marco Melgrati.