Elezioni Albenga- Cangiano: riqualificare aree in stato di abbandono alla foce (foto)

schifofoce

di Mary Caridi –Sono le piccole cose, i piccoli interventi, quelli che “sfuggono” di norma ai politici che stilano i programmi , le tante aree degradate, le  aree abbandonate all’incuria e alla sporcizia,  a dire di quanta attenzione e cura avrebbe bisogno la nostra città.focerumenta C’è un candidato alle amministrative, Giorgio Cangiano, che  annota con meticolosa attenzione sulla sua pagina facebook, i luoghi che giacciono in situazioni di vergognoso abbandono.

parco cottaParco Cotta è uno di questi.  Lì dove l’amministrazione  Tabbò aveva creato un luogo  per bimbi, con piccole altalene e giochi, oggi c’è un parchetto  chiuso da catenacci, silenzioso di grida infantili, sporco, che fissa come atto di accusa  gli adulti e li inchioda alle loro responsabilità, su quanto non sappiano nè comprendere le esigenze dei piccoli, nè educarli alla cura del bene pubblico.

Altri luoghi, curiosamente tutti ubicati nella zona foce, e fotografati come un desolante reportage, ci parlano di un Albenga che proprio dalla manutenzione e dalla riqualificazione di aree degradate dovrebbe partire.

Cangiano, sa guardare Albenga con gli occhi del cittadino comune, e prima di lanciare un programma che parli di opere, di massimi sistemi, chiarisce con questi suoi flash su facebook, che è da qui che riparte una ricostruzione. isoalDalla pulizia della città, dal ripristino e valorizzazione di quei luoghi che devono tornare ad avere dignità e di nuovo fruibili dai cittadini.

Vi pare possibile che in queste giornate primaverili, passeggiando in riva al mare, alla foce, uno debba allungare lo sguardo fino all’isola, per allontanare dallo sguardo la sporcizia che invade il litorale? Montagne di sabbia e detriti, ogni genere di immondizia, in quella che era una zona bellissima di Albenga. Quella dove ora è zona focepossibile giocare a bocce con rumenta.

Un sindaco deve avere una visione della città nei prossimi 20 anni, ma come primo fattore deve saper valorizzare almeno il patrimonio che già ha. La bellezza di una città che vuole rinascere e splendere.

2 Comments

  1. questa è la strada giusta,bravo cangiano con umiltà e concretezza

  2. A proposito di aree alla foce.tutto il litorale e’diventato in modo scandaloso di proprieta’ di campeggi.quello che era un bene per il turismo, e’diventato una proprieta’di fatto di privati.intervengano loro alla pulizia, non il comune o enti pubblici.RIqualificazione non significa regalare ai privati proprieta’ cittadine.Il sindaco deve essere al servizio della citta’,non di gruppi di potere.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*