Ad Alassio mostra di Gerry Scaccabarozzi e Vincenzo Gramignano

Margherita Vitaloni è la promotrice, in collaborazione con le Associazioni Gerry ScaccabarozziAlassio Donna e Vecchia Alassio, della mostra di pittura dei Maestri Gerry Scaccabarozzi e Vincenzo Gramignano, attualmente allestita presso la Saletta G. Carletti di Via XX Settembre, 7 (budello zona centrale) in Alassio dal 19 al 26 marzo 2014 dalle ore 10.00 alle ore 12.30 e dalle ore 15.00 alle ore 19.30. Entrata libera.

Gerry Scaccabarozzi – Pittore simbolico-surrealista di fama internazionale, presidente onorario dell’ associazione italo-francese “L’ Atelier d’ Art”, è nato a Missaglia (LC), dove risiede e opera come professionista da più di 30 anni. Conosciuto e apprezzato in tutta Europa, è molto richiesto, grazie soprattutto a Jacques Landier della Camera di Commercio di Parigi, dalle migliori Gallerie d’ Arte francesi, tra le quali Credito Industriale dell’ Ovest, la Banca Nazionale Parigina, la Società Ricard.

Anche la Russia da alcuni anni gli dedica molta attenzione. Nel 1987 ha partecipato a Mosca alla rassegna “Artisti per la Pace” presso il Mastera Culturi Zamir, nel 1995 e nel 1996 ha esposto al Maneggio del Cremlino, mentre nel 1997 è stato ufficialmente invitato a esporre dal Comune di Mosca in occasione dell’ 850° anniversario di fondazione della città.

Il 5 luglio 2000 ha pubblicamente donato nelle mani di Giovanni Paolo II, in Piazza San Pietro a Roma, un quadro raffigurante lo stesso Papa con sfondo la Madonna.

Vincenzo Gramignano – Pittore autodidatta, risiede con la famiglia e opera da diversi anni nel campo dell’arte a Cassago Brianza (LC). Molti i concorsi a cui ha partecipato, riscuotendo sempre grande apprezzamento, e numerose le esposizioni, sia personali sia collettive, allestite in Italia e all’ estero, in particolar modo in Francia, da Mézières-en-Brenne e La Roche-Posay nella Valle della Loira a Fougères in Bretagna ad Eguilles in Provenza. Ampio spazio alla sua persona e alla sua attività artistica hanno dedicato, fra gli altri, con articoli e servizi, il giornale d’ oltralpe “La Nouvelle République” e la terza rete televisiva francese. 
La pittura di Gramignano, paesaggista di impostazione essenzialmente impressionista, si caratterizza soprattutto per il vivace e intenso cromatismo e per la forte luminosità dei suoi scorci campestri, dei suoi laghi e delle sue suggestive vedute panoramiche,il tutto esaltato dall’ uso sistematico della spatola, una tecnica molto gradita dall’ artista, e dalla conseguente energia materica che si sprigiona dalle sue opere.