Finanziamenti per i Cinema: a giugno in Liguria scatterà lo switch-off per il passaggio definitivo al digitale

Il cinema analogico abbandona la pellicola, a giugno in Liguria scatterà lo cinema generica 00switch-off per il passaggio definitivo al digitale e la Regione Liguria prevede nuove risorse, poco meno di 1 milione di euro, per aiutare i gestori delle sale ad affrontare l’innovazione tecnologica.

Il provvedimento- una nuova riapertura, la terza,di un bando ad hoc- è stato illustrato, in mattinata, nella sede di piazza De Ferari, dall l’assessore allo Sviluppo Economico Renzo Guccinelli, con i presidenti di Agis e Anec liguri Walter Vacchino e Luigi Cuciniello.

In particolare, sono 950 mila euro i finanziamenti a disposizoone provenienti dai fondi europei del programma operativo regionale Por-Fesr. Destinatari del bando sono le imprese di piccole e medie dimensioni titolari di sale cinematografiche che devono adeguare gli impianti al passaggio a sistemi digitali in 3D e altri sistemi di nuova generazione.

Il contributo sarà pari al 60% della spesa ammissibile che non può superare i 200mila euro.

Le domande potranno essere presentate a Filse, la finanziaria regionale, dal 27 marzo all’11 aprile, attraverso  la piattaforma “bandi online”.

In un momento in cui l’affluenza nelle sale cinematografiche della Liguria a gennaio e febbraio registra il 30% in più rispetto al bimestre 2013, con 650 mila spettatori, la possibilità di godere di un nuovo sostegno regionale per affrontare nuove spese è stata accolta positivamente dai rappresentanti delle imprese.

Grazie al digitale, mano a mano che le nuove tecnologie sostituiranno definitivamente i vecchi proiettori , incidendo anche sulle modalità di programmazione dei film, le sale cinematografiche potranno sfruttare le nuove tecnologie multimediali anche per offrire concerti, dirette di eventi sportivi e spettacoli.

L’occasione per un addio ufficiale alla pellicola da parte della Liguria potrebbe essere la serata di sabato 31 maggio 2014 al Teatro Ariston di Sanremo, in occasione delle presentazione, da parte del patron Walter Vacchino, del terzo volume sui cinquant’anni della storica sala che ospita il Festival di Sanremo e del concerto di Gino Paoli e Danilo Rea.

I bandi 2012 e 2013 prevedevano investimenti di oltre, 4,2 milioni.

Nel 2102 hanno ottenuto contributi per oltre 1 milione di euro 18 sale cinematografiche, circa il 76 % del richiesto. L’investimento ammesso è stato di oltre 2 milioni 536 mila euro, il contributo concesso di oltre 1 milione e 409 mila euro, quello in erogazione oltre 1 milione 336 mila euro.

Con il bando 2013, le sale cinematografiche che hanno ottenuto il contributo sono 23. Investimento ammesso: oltre 1 milione 754 mila euro, concesso circa 1 milione 052 mila euro, in erogazione pari a 180 mila 732 euro, il contributo erogato è stato di 163 mila 872 euro, pari al 91% di quanto richiesto.

Dalla data delle prime concessioni del contributo- maggio 2013, le imprese che hanno ottenuto la delibera positiva avranno dodici mesi di tempo per completare l’investimento, questa la ragione per cui le richieste di erogazione sono ancora basse, rispetto a quanto concesso dal bando 2013.