Tpl Liguria, Pellerano: “Sconcertante l’assenza di programmazione della Regione”

«Siamo rimasti sconcertati dalle dichiarazioni dell’assessore ai Trasporti Lorenzo Pelleranoche oggi pomeriggio in commissione Attività produttive ha candidamente ammesso di non avere ancora reperito i dati sui flussi di traffico del trasporto pubblico locale, indispensabili per qualsiasi tipo di programmazione a medio e lungo termine» dice Lorenzo Pellerano, consigliere regionale della Lista Biasotti.

«Oggi in commissione – spiega Pellerano – avremmo dovuto discutere delle linee guida della nuova Agenzia regionale di trasporto che nel 2015 dovrebbe entrare in funzione. Pertanto, come minoranza, abbiamo chiesto che ci fossero forniti i risultati dello studio commissionato dalla Regione a Filse con una consulenza costata 400 mila euro. E qui c’è stata la sorpresa: non solo lo studio non è stato ancora ultimato, ma soprattutto non tutte le aziende di trasporto pubblico locale hanno ancora fornito i dati indispensabili per lo studio all’assessorato regionale ai Trasporti. A questo punto sorge spontanea una domanda: come si può programmare se non si conoscono i dati di partenza?»

«Ma soprattutto stupisce che in quasi nove anni di mandato da parte dello stesso assessore ai Trasporti non si sia riusciti a raccogliere dati aggiornati sui flussi di traffico nelle diverse zone della Liguria, indispensabili per conoscere le reali esigenze trasportistiche di una regione e dei suoi cittadini. Appare evidente che la programmazione, se fin qui ce n’è stata una, sia stata lasciata completamente al caso dato che non si fonda su alcuno studio certo. Infine, riscontriamo con una certa amarezza che, in materia di tpl, la nostra regione sembra priva di una bussola, di una valutazione strategica in grado di dare un servizio di trasporto pubblico efficiente e davvero rispondente alle reali richieste dei liguri», conclude Pellerano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*