La Liguria del Turismo e la nuova formula Bit: meno opuscoli e più operatori turistici

Funziona la nuova formula della Bit, la Borsa Internazionale del Turismo in 2 Milano 2014 BIT_LIGURIA3corso Fiera Milano. La scelta di dare maggiore spazio agli operatori del turismo e alla commercializzazione dei pacchetti vacanze, puntando sulla qualità delle presenze e non sulla quantità dei visitatori ha funzionato. Lo stand della Liguria, allestito e reso operativo dall’Agenzia regionale di promozione turistica “In Liguria”, ha visto in questi giorni la presenza di 22 operatori in arrivo da Genova, dalle due Riviere e dall’entroterra, che con una media di 14 incontro con altrettanti tour operator internazionali, hanno portato a oltre trecento incontri il totale della tre giorni della Bit.

La scelta degli organizzatori di “cambiare pelle” alla Bit, trasformando l’evento in un vero momento di contatto e confronto tra chi vende e chi compra il prodotto turistico è stata promossa dal mercato. Dunque in questa edizione della Bit, si distribuiranno certamente meno depliant e opuscoli a visitatori-curiosi, ma si sono create le condizioni ideali per fare business.

Nei prossimi tempi si capirà se l’incontro tra domanda e offerta ha funzionato e se il made in Liguria del turismo continua la sua risalita nel panorama internazionale. Dal punto di vista della provenienza, tra i potenziali buyer che hanno visitato lo stand Liguria e incontrato gli operatori, si sono distinti i tour operator degli Stati Uniti, quelli del Nord Europa e quelli in arrivo dai Paesi dell’Est europeo e dell’Oriente, con Russi e Cinesi particolarmente attenti.

La Bit, che si chiuderà domani, arriva in un momento positivo per l’industria del turismo a livello planetario: la UNWTO (Organizzazione per il Turismo delle Nazioni Unite) prevede, per il 2014, una crescita del 4-5%. I padiglioni sono due: Italy, dove sarà presente la Liguria, e The World; ospiteranno, oltre alle regioni italiane, più di 100 paesi espositori provenienti da tutto il mondo. Eventi e conferenze tratteranno argomenti cruciali come il travel marketing, il tourism blogging e il fenomeno del turismo responsabile. In queste tre giornate si sono svolti incontri sul tema della capacità di spesa delle nuove economie (Brasile, India, Cina, Russia) e dei nuovi poli attrattori di turismo (Messico, Turchia, Argentina e Indonesia). Si scopriranno le regioni d’Italia, da sempre meta di punta del turismo internazionale; con la Liguria che ha recuperato posizioni negli ultimi anni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*