Liberitalia: Giovani Democratici in piazza a Savona contro la legge Fini – Giovanardi

Martedì 11 febbraio arriva in tutte le piazze di Italia la campagna dei Claudio CaravattiGiovani Democratici: “Liberitalia”. L’iniziativa si pone come “scopo primario quello di evidenziare alla cittadinanza l’incostituzionalità della legge Fini – Giovanardi attinente alla disciplina penale riguardante le droghe leggere”.

“Sarebbe davvero clamoroso scoprire, che questa disposizione che da anni riempie nostre carceri, è in realtà incostituzionale. Per questo motivo, i Giovani Democratici, che da sempre si sono impegnati affinché finisca l’insensata equiparazione tra droghe leggere e quelle pesanti, elaborando anche un documento nel Congresso Nazionale tenutosi a Siena nel 2012, saranno in piazza per confrontarsi con la gente”.

Anche Savona “vedrà una massiccia mobilitazione” come spiega il neo segretario provinciale dei GD, Claudio Caravatti: “La nostra è una battaglia di civiltà. La Fini – Giovanardi è una legge iniqua e proibizionista, figlia di un’epoca passata che non potrà più funzionare. Da anni riempie ingiustamente le carceri italiane, equiparando il consumo di droghe pesanti e leggere, dimenticando la riabilitazione del dipendente da droghe pesanti e privando il cittadino della libera scelta su questo tema. Chi ha fatto questa legge – conclude Caravatti – sapeva di sbagliare, ed è testimoniato dalle sue modalità di approvazione nel 2006. Per questo martedì saremo in piazza per parlare con i ragazzi, sentire cosa vogliono e farci portatori delle loro istanze”.

“Le carceri italiane esplodono: dei sessantaseimila detenuti in sovrannumero, più di un terzo sono finiti dentro per reati connessi alla legge antidroga. Una volta dichiarata incostituzionale la Fini-Giovanardi, si dovrà modificare la normativa creando così i presupposti per una nuova fase storica nel nostro Paese”, conclude Caravatti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*