Savona, Agenzia delle Entrate: Occhio al “phishing” sui rimborsi fiscali

Continuano a verificarsi tentativi di truffa e di raggiro ai danni di cittadini computer penna foglio mano xG00nel nome dell’Agenzia delle Entrate. In particolare, nei giorni scorsi in alcuni studi privati e aziende savonesi è arrivata una e-mail, apparentemente proveniente dall’Agenzia delle Entrate, avente per oggetto “Notifica di rimborsi fiscali”. Il messaggio invitava a cliccare su un collegamento che rinviava ad una pagina web, del tutto simile a quella del sito dell’Agenzia delle Entrate, in cui veniva richiesto di inserire i dati della propria carta di credito.

Si è trattato di una forma di “phishing”, una truffa informatica tendente ad ottenere informazioni riservate, tipo il numero della carta di credito o le coordinate bancarie, da utilizzare in seguito per operazioni fraudolente a carico degli stessi cittadini. L’Agenzia delle Entrate, infatti, per erogare i rimborsi non prevede mai il ricorso ad avvisi telefonici o via e-mail, ma solo alla posta tradizionale.

I rimborsi fiscali spettanti al contribuente possono essere riscossi, a seconda dei casi, presso un ufficio postale, con vaglia della Banca d’Italia o con accredito su conto corrente.

La Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate invita a non rispondere a questi tentativi di raggiro, anzi a segnalarli prontamente all’Autorità di Polizia competente per individuarne i responsabili. I contribuenti che dovessero essere oggetto di analoghi tentativi di truffa possono anche contattare qualunque ufficio delle Entrate.

L’elenco degli Uffici delle Entrate della Liguria, con indirizzi e numeri di telefono, è disponibile sul sito internet all’indirizzo http://liguria.agenziaentrate.it, nella sezione “Indirizzi utili – Gli Uffici in Liguria”.