Il celebre Muretto di Alassio diventa uno snow jump ad Aprica

Arrivano domenica 2 febbraio I Comunicativi dell’Istituto Alberghiero di ApricAlassioAlassio. Tornano (sono ormai diversi anni che accade) per invadere un intero albergo e le piste del Palabione di Aprica, sommerse da un metro e venti di neve a valle (1200 mslm) e tre metri e cinquanta in vetta (2300 mslm).

Un centinaio di allievi dell’Istituto Giancardi, guidati da preside e docenti, saranno infatti da domenica all’Hotel Bozzi per quello che loro chiamano un “Progetto di ambient marketing”: sfruttando l’ambiente naturale delle piste e della neve valtellinese cercheranno di focalizzare l’attenzione degli sciatori sul brand Alassio, realizzando un’istallazione che consentirà di sciare sul Muretto della Città dei baci.

Le piste dell’Aprica trasformate in eleganti luoghi di proménade; i surfer che disegnano serpentine tra i cavalloni dello snowpark; le corse in un mare di scintillanti cristalli di neve invece che sulla sabbia. Passeggiate con i doposci, mano nella mano verso il sole calante, proprio come a piedi nudi sul bagnasciuga. E, per tutti, deliziosi assaggi di specialità targate Riviera Ligure.

Il progetto di comunicazione non convenzionale è abbinato a degustazioni di prodotti enogastronomici della aziende Sartori Pigato e Frantoio Armato e punta a coinvolgere i tanti turisti ceki e polacchi che soggiornano e sciano nel comprensorio aprichese. Ci sarà quindi l’Officina del Gusto, che offrirà le salse al mortaio abbinate al Pigato Blitz, ma anche l’annesso info point per la distribuzione di materiale pubblicitario.

L’evento si svolgerà (in data da definire tra il 3 e il 7 febbraio) in collaborazione con i Comuni di Alassio e di Aprica (assessorato al Turismo), oltre che con la società di gestione degli impianti SITA e si prefigge di coinvolgere in modo attivo il target individuato nella promozione dei marchi Alassio-Aprica, anche attraverso le piattaforme Facebook e Badoo, quest’ultimo social network molto utilizzato in Cekia e Polonia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*