Comunali Andora, Paolo Morelli: “La scuola una priorità della futura amministrazione”

La realtà scolastica di Andora conta circa 700 alunni e 75 insegnanti Paolo Morelllisuddivisi tra scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado. “Questa realtà, contando anche i genitori, rappresenta il 35% della cittadinanza, ovvero ben più della metà della popolazione produttiva. Non solo per questa evidenza tale realtà merita un’attenzione particolare” spiega Paolo Morelli, candidato sindaco del Movimento Civico “Andora Domani” alle prossime amministrative di primavera.

“Sono dispiaciuto di osservare che troppo spesso lo Stato tratta la scuola come un salvadanaio – prosegue Morelli – da cui prelevare tutte le volte che c’è bisogno di fare cassa nonostante gli insegnanti siano persone di cultura che hanno in mano il futuro dei nostri figli. In diversi comuni italiani abbiamo visto cancellare le attività extra curricolari, i corsi di potenziamento e i progetti integrativi di musica, di ceramica, di teatro, ecc , tagliare le ore supplementari dedicate alle pulizie più approfondite per rimettere in ordine la scuola e le classi, ma addirittura anche cose più banali: cancelleria, fotocopie, carta igienica. Mi piange il cuore sia da cittadino che da padre di due bambini che frequentano la scuola primaria di Andora, vedere questo quadro drammatico con cui deve fare i conti la scuola pubblica italiana e savonese, a fronte dei continui tagli all’Istruzione imposti dal Governo”.

“Per questi motivi consideriamo che la scuola deve essere al centro dell’attenzione della futura amministrazione comunale. Il Comune, come proprietario dei locali della scuola riteniamo debba eseguire non solo opere di ordinaria e costante manutenzione e messa in sicurezza di tutti gli edifici, ma quando necessario anche interventi più importanti. La mensa scolastica va controllata periodicamente a 360°, rintroducendo nella Commissione Mensa oltre i docenti e i genitori anche il personale sanitario. Il trasporto scolastico crediamo sia fondamentale per portare i bambini sulla tratta casa – scuola – casa, ma vogliamo assicurare anche la disponibilità dei mezzi per altre uscite se richiesti dal calendario scolastico”.

“Gli attuali momenti difficili che la scuola attraversa ci obbligano come comune ad erogare dei contributi economici per il regolare svolgimento delle attività scolastiche, tenendo conto delle programmazioni dei vari ordini di scuola e dei diversi plessi. Mi piacerebbe anche promuovere il successo scolastico formativo dei bambini, rivolgendo una particolare attenzione a quelli che esprimono difficoltà o con disagi in famiglia. La futura amministrazione comunale deve collaborare con le Istituzioni Scolastiche nella realizzazione dei vari progetti educativi programmati, sia con interventi economici (dove sono richiesti) che con disponibilità di materiali e personale competente. Questo – conclude Morelli – è il contributo che vorrei dare alla scuola di Andora”.