Ex “Casa Liguria” di Bruxelles: polemica in Regione tra Rossetti e Rosso

Discussa l’interpellanza del consigliere regionale di Forza Italia Matteo Palazzo Regione Liguria scritta  fp1 x00Rosso sulla situazione dell’immobile ex “Casa Liguria” a Bruxelles per capire a che punto siamo con la vendita e/o locazione dell’immobile di proprietà della Filse, la Finanziaria della Regione Liguria. Spiega Rosso: “il fatto grave è che oltre ad avere un immobile sfitto e inutilizzato, la Regione Liguria ha affittato un’altra struttura che utilizza come base operativa a Bruxelles”.

“Il problema – continua il consigliere regionale di Forza Italia – è che anche su questa vicenda c’è poca chiarezza visto che quando ho presentato i primi documenti in Consiglio regionale per chiedere spiegazioni in merito al futuro di Casa Liguria, e già allora nel 2011 proposi di affittarlo, mi fu risposto proprio dall’assessore Rossetti che non si poteva dare in locazione perché tale opzione non era prevista dalla Filse. Cosa che poi è stata smentita dalle dichiarazioni di Burlando il quale avrebbe affermato di voler procedere alla locazione dell’immobile in proprietà di Filse sito a Bruxelles”.

“Stiamo parlando dei soldi dei cittadini liguri – rimarca Rosso – ed io credo che il buon padre di famiglia avrebbe utilizzato l’immobile a disposizione per la parte che serve alle esigenze della Regione Liguria, circa 75 mq, senza andare a spendere altri soldi in altri appartamenti, e provare a trovare qualche altro a cui affittare, anche a prezzo più basso rispetto ai propositi iniziali, i restanti metri a disposizione, parliamo infatti di una struttura, quella in proprietà della Filse, di 800 mq. Se è vero che siamo in un momento di crisi del mercato immobiliare è anche vero che avremmo potuto adattare al mercato il prezzo di locazione dell’immobile di Bruxelles. Meglio che tenerlo sfitto ed inutilizzato avremmo potuto recuperare qualche risorsa utile”. “Comunque su questa questione ci tornerò sopra – conclude il consigliere regionale di Forza Italia – ho già pronta un’altra interrogazione per monitorare l’evolversi della situazione e capire come la Giunta regionale si sta muovendo per dirimere questa vicenda”, conclude Matteo Rosso.

Critiche infondate e mal calibrate quelle del consigliere, replica tuttavia l’assessore al bilancio della Regione Liguria Pippo Rossetti: “Capisco che Matteo Rosso abbia nostalgia di Casa Liguria, progetto naufragato a seguito della grande crisi economica e per la mancata collaborazione dei partner pubblici e privati della Regione che dovevano animarlo, ma ribadisco che l’attuale affitto degli uffici della nuova sede della Regione risulta di tre volte più basso di prima”.

“Come ho già spiegato – puntualizza Rossetti – l’immobile non è della Regione Liguria, ma di proprietà Filse. Per questo edificio la Regione pagava a Filse un affitto tre volte più alto di quanto paga ora per gli uffici della nuova sede. Pertanto abbandonare l’edificio ha consentito a Filse di provare a venderlo, cercando di realizzare quanto speso ai tempi da Biasotti, malgrado le svalutazioni immobiliari che coinvolgono anche Bruxelles”. L’assessore al bilancio rinnova la sua “piena fiducia nei vertici Filse che sapranno finalizzare al meglio quel bene, tenendo conto che l’obiettivo è la vendita, visto che Filse è una finanziaria e non un fondo immobiliare”.