Standard & Poor’s conferma il rating della Liguria

“Soddisfazione per la conferma da parte dell’agenzia S&P’s del rating di Pippo Rossetti 01lungo termine della Liguria in BBB+ e del merito di credito che rimane a+”. È stata espressa dall’assessore regionale al bilancio, Pippo Rossetti dopo aver avuto conferma della valutazione del bilancio regionale da parte dell’agenzia di rating. Standard & Poor’s ha ribadito che il merito di credito indicativo della Liguria è sostenuto da un livello molto contenuto di indebitamento, passività potenziali molto basse e una posizione di liquidità positiva.

“S&P’s – spiega l’assessore Rossetti – conferma che la Regione ha adottato misure efficaci di contenimento della spesa sanitaria che hanno generato una contrazione della spesa corrente pari al 2,5% nel periodo 2008-2012 e ritiene che il management regionale rinnoverà gli sforzi tesi al contenimento della crescita della spesa, preservando risultati di bilancio adeguati nel biennio 2014-2015”.

“Inoltre – continua Rossetti – viene giudicata positivamente la riduzione della spesa nel suo complesso derivante dall’attuazione delle misure del Governo centrale e da politiche prudenti adottate e non si prevede che la Regione ricorra a nuovo indebitamento per finanziare i propri investimenti nel prossimo biennio”. Inoltre la società di rating giudica molto modeste le passività potenziali della Regione e, alla luce dei buoni risultati di bilancio e dei livelli di indebitamento molto limitati, considera le società in cui la Regione detiene quote sopra il 6% completamente autosufficienti.

“A conferma di quanto sostenuto in piu’ sedi – aggiunge Rossetti – viene certificato che la Regione Liguria ha gestito il debito in modo adeguato e prudente e pertanto, con un merito di credito indicativo di a+, non si ritiene realistico uno scenario di previsione al ribasso che possa scendere sotto la bbb”.