Savona: nasce lo sportello delle idee d’impresa

Uno sportello in più alla Camera di Commercio di Savona. Aprirà giovedì VIAGGI PASQUALE ROSSI Conf Savona 27-1-2014prossimo, 30 gennaio, dalle 15 alle 17, sarà operativo tutti i giovedì pomeriggio ed è riservato a chi ha delle buone idee da trasformare in attività imprenditoriale. A promuoverlo, con l’Ente camerale, sono Legacoop e Confcooperative della provincia di Savona con l’obiettivo di dare supporto a chi – soprattutto giovani, ma non solo – vuole mettersi in gioco intraprendendo percorsi innovativi, sostenibili e socialmente responsabili.

“Abbiamo coinvolto le società cooperative – ha spiegato il presidente della Camera di Commercio di Savona Luciano Pasquale intervenendo alla presentazione dell’iniziativa, questa mattina nella Sala Magnano di Palazzo Lamba Doria – perché pur avendo radici antiche sembrano essere le più capaci di interpretare i valori del cambiamento, di rappresentare un modo nuovo di fare impresa e di mettersi in sintonia con i consumatori. E hanno dimostrato di reggere meglio di altri a questi sei anni di continua decrescita, segnati in provincia di Savona dalla perdita del 3,2% delle imprese ma che hanno visto il movimento cooperativo in controtendenza, almeno sino allo scorso anno”.

E la forma cooperativa è quella che può spingere anche chi ha qualche timidezza in più a farsi imprenditore, dividendo il rischio con altri. “E se le idee che ci vengono sottoposte saranno ritenute interessanti – ha aggiunto il presidente di Legacoop Savona Mattia Rossi – è possibile che siano sostenute con un po’ di risorse del mondo cooperativo. Ma sia chiaro che la forma cooperativa non è obbligatoria”.

“Così come è limitativo, come qualche volta avviene nell’accezione comune del termine, ridurre il campo d’attività delle cooperative al settore sociale – ha precisato il presidente provinciale di Confcooperative Riccardo Viaggi -. Le coop sociali sono state quelle che in questi ultimi anni hanno contribuito maggiormente a creare posti di lavoro, soprattutto tra i giovani e tra i soggetti svantaggiati, ma noi vogliamo che queste nuove iniziative, che non riguardano solo l’apertura di uno sportello delle idee ma anche le attività di valutazione e di affiancamento, rappresentino un’opportunità per tutti, per i giovani e per chi ha perduto il lavoro e intende ricominciare”.

L’intesa tra la Camera di Commercio e le due Centrali delle coop è rivolta inoltre a promuovere la diffusione della qualità nelle imprese cooperative, con l’obiettivo di registrare un marchio e creare un elenco pubblico delle coop di qualità. L’iniziativa si colloca nell’ambito del progetto regionale Perseo, che ha come capofila il Comune di Savona (alla presentazione di questa mattina ha partecipato l’assessore alle Attività Produttive Paolo Apicella). “Il marchio di qualità – ha spiegato Rosangela Conte, responsabile progetti e formazione di Legacoop Liguria – è il presupposto per la crescita del modello cooperativo nel suo complesso. Il problema è che esistono delle cooperative finte, che abbassano il livello della qualità complessiva: chi aderisce alle centrali opera secondo parametri molto chiari, e questo tipo di azione, sotto la regìa della Camera di Commercio, contribuirà a rendere ancora più trasparente l’attività delle nostre imprese”.