“Facce da libri”: a Savona concorsi per ragazzi e studenti

Presentati oggi a Savona, nell’ambito delle iniziative che impegneranno facce da libri logotutto l’anno la Barrili Ragazzi (già “Sezione Ragazzi” Biblioteca Civica A. Barrili) nei festeggiamenti dei suoi 55 anni di attività, quattro concorsi ideati dall’Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili, destinati ai più giovani, con un range di età che va dai 3 ai 30 anni.

I primi tre concorsi sono destinati ai bambini dai 3 ai 13 anni, suddivisi e mirati alla scuola dell’infanzia, alla scuola primaria e alla scuola secondaria di primo grado di Savona e vogliono premiare un progetto di realizzazione di una locandina e di un pieghevole per illustrare la Barrili Ragazzi. La partecipazione è gratuita e i lavori dovranno pervenire entro il 10 maggio 2014.

Il quarto concorso, “Facce da libri”, sempre a partecipazione gratuita, è destinato ai ragazzi delle scuole superiori ma il range di età si estende per a coprire tutta la fascia dell’assessorato alle Politiche Giovanili, fino ai 30 anni quindi.

Il concorso vuole stimolare i giovani a riflettere su quale libro ha lasciato in loro qualcosa di importante, invitandoli a sceglierne uno, a descriverlo brevemente e ad associarlo al proprio volto e all’immagine/titolo del libro. I candidati sono invitati ad inviare il materiale (propria foto, immagine/titolo del libro preferito, e motivazione scelta del libro) entro il 28 febbraio 2014. Le proposte dei candidati saranno votate da chiunque lo desideri attraverso la pubblicazione su un’apposita pagina Facebook. I due vincitori, che avranno totalizzato il maggior numero di “Mi piace”, verranno premiati con buoni acquisto libri.

Dichiara l’Assessore alla Cultura e Politiche Giovanili Elisa Di Padova: “I primi tre concorsi vogliono stimolare i più piccoli in un progetto di comunicazione nei confronti dei loro coetanei; il modo migliore per sollecitare la lettura e la frequentazione della Biblioteca civica attraverso la comunicazione peer to peer. Per quanto riguarda il quarto concorso, tutti abbiamo nel nostro cuore libri che hanno un significato speciale nella nostra vita. I ragazzi saranno anche “recensori”: poche battute, in perfetto stile “social media” per associare la loro faccia alla copertina del loro libro preferito, spiegandone la motivazione, e la possibilità per tutti di votare l’accostamento migliore attraverso una pagina creata ad hoc su Facebook. Già da tempo l’Assessorato si avvale dei social media per comunicare idee, progetti come un vero cantiere di idee e questo concorso va proprio in questa direzione: creare in modo divertente un circuito virtuoso di interessi legati alla lettura”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*