Max Manfredi in concerto ad Alassio per la rassegna “Mezzaluna d’Autore”

Giovedì 16 gennaio Max Manfredi sarà in concerto ad Alassio in occasione della rassegna Max Manfredi  - ph Garibaldi 2013“Mezzaluna d’Autore” presso l’Osteria di Vico Berno 6 (Cena ore 20,30 a seguire concerto; per prenotazioni: 0182/640387). L’artista genovese presenterà canzoni tratte dal suo repertorio più conosciuto e alcuni nuovi brani che faranno parte dell’album di prossima uscita che si intitolerà “Dremong” e che è il frutto di una campagna di raccolta fondi (crowdfunding), che ha visto tra i finanziatori fans da tutta Italia, estimatori e personaggi famosi.

“Dremong” sarà un disco trasversale: progressive solo nei timbri, nostalgico della world music europea, affamato di accenni rock. In sostanza, è un album fatto da musicisti, con canzoni originali e inconfondibili, realizzate con passione artigianale senza imposizione di confini. “Dremong” avrà l’inquietudine come «non facile musa del mio operare poetico e musicale. – Racconta Max Manfredi – Sto già lavorando in studio di registrazione con musicisti “inquieti” provenienti da varie scuole, di svariate ed alquanto eclettiche ascendenze – e conclude – Il Dremong è un inquieto ed inquietante orso tibetano dal carattere, tradizionalmente, malvagio e che tende spesso ad alzarsi sulle zampe in posizione eretta, simile agli Umani, tanto da aver dato origine, secondo alcuni, alla leggenda dello Yeti, l’Abominevole Uomo delle Nevi».

Vagabondo dalla musica al teatro, dalla letteratura alla didattica, intellettualmente nomade, Max Manfredi è un fine artigiano  di musica e parole, uno dei pochissimi artisti della canzone che vale la pena di conoscere ed amare oggi. Nel corso degli anni è nato nei suoi confronti un crescente interesse che non finisce di prendere quota, sin dalle prime vittorie della Targa Tenco (Miglior Opera Prima, 1990) e del Premio Recanati. Fabrizio De André lo ha definito “il più bravo” (Gazzetta di lunedì/Corriere Mercantile, 23/6/1997), mentre Roberto Vecchioni ha detto di lui: “E’ un capostipite (…), è uno che ha bazzicato col romanzo, con la poesia, col dialettale, con la canzone e senza, è un capace, uno che non posso nemmeno limitare con il termine di cantautore”.

Max Manfredi è apprezzato dai più grandi artisti della canzone di caratura storica ed internazionale, da Boulat Okudzava a Paco Ibanez ed è stato ospite in un concerto del cantante ed attivista politico Wolf Biermann. Premiato o giurato in tutte le più importanti rassegne italiane, Manfredi ha tenuto concerti in Europa, in Brasile ed in Ecuador.

L’artista genovese ha all’attivo 5 album, il più recente in ordine di tempo è “Luna Persa” con il quale ha ottenuto la Targa Tenco per il Miglior Album (2009) oltre ad altri importanti riconoscimenti di critica e raggiunto elevate cifre di vendita (6000 copie vendute).

* Foto di © Manuel Garibaldi – 2013